martedì 16 gennaio 2018

Che brutta Italia! Quanto ci Costa questa sconfitta?

Brutta prestazione da parte degli azzurri che perdono 1 a 0 contro una bella Costa Rica.

itaia 2

Partita fondamentale per il Mondiale azzurro, ma ne usciamo  con le ossa rotte, contro una Costa Rica che durante i 90 minuti si è mostrata superiore rispetto a noi. Italia che parte piano, subendo il caldo-umido di Recife. Mezzora nel buio totale, ma poi Pirlo con due strabilianti colpi dei suoi smarca Balotelli, che nel primo caso cerca un pallonetto impossibile che finisce a lato, mentre sulla seconda magia di Pirlo, Balo calcia dal limite ma il pallone finisce comodo fra le braccia del portiere. Costa Rica che fisicamente dimostra di essere superiore ed al 44′ passa in vantaggio dopo una azione veloce con un’ incornata vincente del capitano Ruiz.

Nel secondo tempo dentro Cassano fuori T.Motta, ma anche il talento di Bari vecchia non riesce a cambiare marcia a questa scialba Italia. Costa Rica in 10 dietro la linea della palla con Campbell da solo a reggere la linea offensiva e allora Prandelli inserisce Insigne per Candreva e Cerci per Marchisio, ma cambia poco o nulla. Più passano i minuti e più gli azzurri calano fisicamente, con tutta la squadra completamente in affanno tanto da non riuscire a concludere in porta su azione dal 60′ in poi.

Si conclude dunque con una sconfitta  una brutta prova degli azzurri causata da un calo fisico notevole, ma anche da una formazione non consona all’avversaria da affrontare, in quanto Balotelli sempre troppo solo a sorreggere l’attacco azzurro, dimostrandosi così una fase offensiva sterile.

L’Italia adesso è costretta a dover portare a casa almeno un pareggio nell’ultima partita contro l’Uruguay per accedere agli ottavi di finale, ma con due mostri come Cavani e Suarez, non avremo vita facile, e la qualificazione sarà da sudare fino all’ultimo istante, al contrario di quanto si sperava dopo la ottima prova contro l’Inghilterra.

Forza ragazzi, recuperiamo le forze e inseguiamo un sogno.

di Simone Frigeri

About Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993.
Diplomato al Liceo Linguistico, frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Trieste. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto