martedì 16 gennaio 2018

Italia, prima il Lussemburgo e poi si parte

Questa sera alle 20 e 45 da Perugia ultima amichevole prima di partire per il Brasile.

Foto ''Datasport.it''

Foto ”Datasport.it”

Fatte tutte le scelte, ora Prandelli è in cerca di conferme. Quale occasione migliore dell’amichevole col Lussemburgo per valutare la condizione degli azzurri che meno hanno convinto fino ad ora, anche a causa dei carichi di lavoro decisamente pesanti. Tuttavia la priorità è una: evitare altri infortuni dopo quello di Montolivo che rischierebbero di rompere gli equilibri all’interno di una squadra che dell’organizzazione fa le sue fortune.

Per questo il risultato passa in secondo piano. Prandelli chiede continuità di gioco, intensità e soprattutto impegno. La formazione che scenderà in campo dall’inizio potrebbe avvicinarsi in qualche modo a quella che dovrà esordire in Brasile con l’Inghilterra, ma i giochi sono ancora aperti e le soluzioni sono (fortunatamente) varie.

Saranno infatti numerosi i cambiamenti rispetto alla brutta partita con l’Irlanda, con un nuovo centrocampo composto da Pirlo, De Rossi, Verratti,  Marchisio e Candreva a giostrare alle spalle dell’unica punta Mario Balotelli. In difesa invece, viene confermato De Sciglio (che a questo punto si candida per una maglia da titolare all’esordio) sulla fascia sinistra con Abate che andrà a sostituire l’ottimo Darmian. I centrali dovrebbero essere Giorgio Chiellini e Gabriel Paletta, il quale non può più fallire per non perdere la fiducia del mister.

 

About Tiziano Saule

Nato a Trieste, Tiziano Saule è studente al liceo. Socievole ma non troppo espansivo, non ama essere al centro dell’ attenzione. Adora scrivere e adora lo sport. In particolare il calcio. Ama praticarlo, guardarlo e commentarlo, unendo così le sue due passioni. Per Tiziano lo sport racconta molto di più di quello che solitamente la gente coglie: porta con sé valori, passioni e rivalità che lo rendono eccezionale.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto