mercoledì 17 gennaio 2018

Mostruoso Hirscher domina sul Rettenbach.

Davide Simoncelli miglior azzurro al sesto posto.

 solden2

Giornate splendida di sole sul ghiacciaio austriaco e pista ancora più perfetta rispetto alla gara delle donne di ieri. Prima manche tracciata bene dall’ allenatore azzurro Plancker, con porte abbastanza vicine tra di loro (forse come sempre per frenare il fenomeno Ligety), e ad avere la meglio è Marcel Hirscher che comanda su Ligety di 19 centesimi, terzo parziale il tedesco Dopfer. Fra le fila degli azzurri bene Nani, settimo, 11esimo De Aliprandini e 14esimo Simoncelli, 24esimo Florian Eisath e 27esimo Borsotti. Non completa la prima manche Max Blardone, mentre non si qualificano alla seconda manche il giovane esordiente Maurberger, Mattia Casse e Matteo Marsaglia.

Seconda manche senza molte sorprese, tracciata dall’allentore tedesco, con una porta in meno rispetto alla prima. Inversione di numeri di partenza, Borsotti primo dei nostri a partire e con una prova mediocre porta casa un discreto 18esimo posto. Esce De Aliprandini con un’internata verso sinistra, mentre l’esperto Florian Eisath,dopo la recente esclusione dalla squadra A, ritorna e compie una grande gara che gli fa conquistare uno dei migiori risultati di sempre con il 13esimo posto a +3.30 dal leader. Perde qualche posizione Nani, che parte alla grande ma compie un errore che appunto lo fa arretrare portandolo al nono posto. Migliore dei nostri Davide Simoncelli che scia una fantastica seconda manche tagliando bene sul muro e creando velocità sul piano e a fine gara giunge sesto a +2.29 (a 23 centesimi dal podio). Parliamo ora dei protagonisti attesi, dopo la prima manche sotto tono, anche nella seconda Ligety dimostra di non essere in gran forma, esce un po’ di linea qualche porta prima del piano, affronta il tratto senza pendenza a velocità bassa e sprofonda al decimo posto a +3.02 dal primo. Vince strepitosamente la gara Hirscher che quest’oggi si è dimostrato campione di un altro pianeta rispetto agli altri, sia nella prima, ma ancora di più nella seconda manche, aggredendo ogni centimetro di pista senza dimostrarsi mai in difficoltà e bastonando letteralmente il secondo al traguardo, Fritz Dopfer, (+1.58) autore di una bellissima prova. Terzo Pinturault, che non si era dimostrato splendente nella prima manche, ma complice anche degli errori altrui conquista il terzo gradino del podio a +2.06. Da sottolineare la grande gara del sempreverde Benjamin Raich, che arriva quarto dietro al francese con un solo centesimo di ritardo.

Prossimo appuntamento con la Coppa del Mondo a Levi (FIN) il 15 e 16 novembre con lo slalom femminile e maschile.

di Simone Frigeri

About Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Trieste. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto