venerdì 17 novembre 2017

Qualificazioni Euro2016: tanto fumo, l’Italia pareggia 1-1 con la Croazia

Termina 1-1 la sfida tra le capoliste del girone H, la centesima presenza in nazionale per De Rossi: gli azzurri a segno con Candreva si fanno rimontare quattro minuti più tardi da Perisic, favorito da una leggerezza di Buffon. Partita sospesa 2 volte per fumogeni da parte dei tifosi ospiti, un ennesimo spot in mondovisione della sicurezza dei nostri stadi.

melty.it

melty.it

“E’ stata una partita tosta, sapevamo di affrontare una squadra forte e già formata perché praticamente è la stessa squadra che ha giocato gli ultimi mondiali con gente di grande talento, di grande esperienza e con grande esperienza in Nazionale. Sono contento per la risposta che ho avuto da parte dei ragazzi in un momento sicuramente non semplice per noi a livello di difficoltà. Solo dopo 15′ si è aggravata la situazione degli infortunati che ci ha costretto a cambiare anche assetto e sistema all’inizio del secondo tempo. I ragazzi hanno mostrato comunque spirito di abnegazione e attaccamento nel voler portare a casa il risultato contro una squadra molto forte e sotto questo punto di vista sono molto soddisfatto. Rispetto alla Croazia noi abbiamo margini di crescita importanti; stiamo trovando dei calciatori che possono rivelarsi molto utili in prospettiva e questo è un aspetto positivo in un momento di deficit del genere”.

Questa l’analisi del ct Antonio Conte sul pareggio di ieri sera a San Siro. Ci si aspettava una partita del genere visto il rodaggio degli azzurri, i frequenti impegni di campionato e le assenze importanti (Pirlo, Bonucci..). E’ un’Italia che ancora non stupisce anzi quasi volontariamente subisce il possesso palla fine a sé stesso degli avversari per poi ripartire dopo aver ripreso fiato.
Inevitabilmente ne esce una gara che partorisce più interrogativi che risposte: Buffon è ancora una garanzia? L’insistenza su un modulo quale il 3-5-2 e i vari cambi a partita in corso può plasmarsi tatticamente a quelle che sono le caratteristiche degli azzurri? Rimane l’incognita De Sciglio e Marchisio a centrocampo, assente pericolosamente ingiustificato dato l’infortunio di Pirlo. In avanti poi non brilliamo, meglio El Shaarawy di Immobile. Ci resta un punto, che teniamo stretto; martedì a Genova l’amichevole contro l’Albania e restano anche le due interruzioni nel secondo tempo per lancio di fumogeni e razzi da parte degli ultrà croati, un’immagine triste che speriamo faccia riflettere ancora una volta sul livello di sicurezza dei nostri impianti, sempre più spazio di episodi violenti e pericolosi più che teatro di spettacoli sportivi.

PAGELLE DEGLI AZZURRI

ITALIA: Buffon 5, Darmian 6, Ranocchia 6.5, Chiellini 5.5, De Sciglio 5, Candreva 6.5,  De Rossi 6, Marchisio 5, Pasqual 5.5 (dal 27′ Soriano 6), Zaza 6 (dal 63′ Pellé 6.5), Immobile 5 (dal 52′ El Shaarawy 6.5).
Conte 5.5

CLASSIFICA GIRONE H

Croazia 10
Italia 10
Norvegia 9
Bulgaria 4
Malta 1
Azerbaigian 0

PROSSIMA GARA UFFICIALE:
28 marzo 2015 h.20:45 Bulgaria-Italia

HIGHLIGHTS:

11′ Prima rete in Nazionale per Antonio Candreva! Il laziale raccoglie un pallone di Zaza e libera un destro preciso dal limite dell’area che finisce alle spalle del portiere.

15′ Perisic firma il pari dopo solo quattro minuti. Il suo tiro dalla sinistra non è affatto irresistibile, ci mette del suo Buffon che si tuffa male e fa passare il pallone.

27′ Cambio per Noi, esce Pasqual e debutta il ventitreenne della Samp Soriano: Candreva si sposta a destra lasciando il ruolo al neoentrato.

28′ Infortunio per Modric che chiede il cambio, era il migliore dei suoi, al suo posto l’interista Kovacic

37′ Ammonito Kovacic per un fallo su Soriano

45’+2 L’Italia rischia la beffa in chiusura del primo tempo Mandzukic supera Buffon e crossa per Olic, tocca a Ranocchia salvare il risultato sulla linea di porta.

— intervallo —

46′ Ammonito Immobile per una gomitata su Vida

47′ Zaza prova la conclusione dalla distanza dopo una bella percussione di una ventina di metri; Subosic gli nega il gol

52′ El Shaarawy rileva Immobile

63′ Esce Zaza per Pellé

65′ Perisic ammonito, è il secondo delle file croate

68′ Scambio Marchisio-El Shaarawy, bell’intraprendenza del milanista che però non trova di poco la porta

69′ Olic lascia spazio a Kramaric

75′ La partita riprende dopo essere stata sospesa per una decina di minuti

83′ Ultimo cambio per la Croazia, fuori Brozovic, dentro Badelj

86′ Marchisio perde palla a centrocampo e da avvio all’azione più pericolosa degli ospiti dopo il gol, fortunatamente il tiro di Perisic termina a lato.

90′ De Sciglio lancia El Shaarawy chiuso però da Corluka; sarà l’ultima azione del match

(immagine in evidenza sky.it)

Francesco Bevilacqua

About Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un'opportunità di crescita; gioca a calcio. @Bevilacqua_93

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto