venerdì 19 gennaio 2018

Felix Neureuther vince a Madonna di Campiglio

Miglior azzurro Stefano Gross, 11esimo.

Il podio odierno in ordine da sx Dopfer, Neureuther, Byggmark

Il podio odierno in ordine da sx Dopfer, Neureuther, Byggmark

Come succede sempre sul Canalone Miramonti, anche questa sera la gara ha riservato forti emozioni. Felix Neureuther si aggiudica la gara sulla mitica 3-tre dimostrando di essere uno sciatore di livello altissimo in quanto sia la prima che la seconda manche presentavano un tracciato molto complesso e tecnico, che non si vedeva da un po’ di tempo. Prima manche tracciata dall’allenatore austriaco che incredibilmente disegna uno schema di porte che mettono in difficoltà il fenomeno Marcel Hirscher che chiude la prima manche all’11esimo posto a +0.85 dal leader. Comanda Felix Neureuther davanti al connazionale Dopfer ed allo svedese Myhrer. A qualificarsi dei nostri sono Stefano Gross con il sesto tempo, Patrick Thaler con il 12esimo tempo e Giuliano Razzoli con il 17esimo tempo. Da sottolineare, inoltre, che nella prima manche si è visto anche un Kristoffersen in difficoltà come non si vedeva da tempo. Per quanto riguarda gli altri azzurri in gara, 35esimo Giordano Ronci, 43esimo Riccardo Tonetti, 46esimo Giovanni Borsotti mentre non porta a termine la gara Cristian Deville.

Stefano Gross

Stefano Gross

Seconda manche tracciata dall’allenatore francese. Tracciato molto più filante e porte leggermente più distanti ma l’atteso ed arrabbiato Marchel Hirscher non riesce a tirare il coniglio fuori dal cilindro e chiude inaspettatamente settimo a +1.15 dal vincitore. A fare l’ammazza gare di turno ed a rifilare distacchi notevoli, questa sera è stato l’esteta Felix Neureuther dominatore assoluto della gara dimostrando una tranquillità quasi irreale nella sua sciata. Madonna di Campiglio batte bandiera tedesca in quanto al secondo posto troviamo Fritz Dopfer a +0.82. Terzo lo svedese Jens Pontus Byggmark a +0.86. Quarto Kristoffersen, quinto Pinturault. Per quanto riguarda gli altri azzurri, 13esimo Giuliano Razzoli, mentre Patrick Thaler non porta a termine la gara.

Lo stadio del Canalone Miramonti

Lo stadio del Canalone Miramonti

 

In conclusione facciamo i nostri complimenti all’organizzazione della gara perché, come sempre, il Canalone Miramonti presenta uno degli stadi più suggestivi del circo bianco in cui il calore dei tifosi spinge gli atleti al traguardo come in pochi luoghi al mondo ed il muro micidiale della 3-tre ha sempre regalato grandi emozioni. Questa tappa dal nostro punto di vista, DEVE fare ogni anno parte del calendario della Coppa del Mondo.

di Simone Frigeri

 

About Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Trieste. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto