venerdì 19 gennaio 2018

Hirscher vince ad Aare con giallo inforcata. Ci risiamo?

Buon decimo posto per il nostro Patrick Thaler.

Hirscher in azione

Hirscher in azione

 

Ad Aare bellissima gara anche quest’ oggi, prima manche tracciata dall’allenatore italiano Costazza, che mette in piedi un percorso molto ritmato su una neve perfettamente barrata anche quest’oggi. Prima manche che vede il miglior tempo del tedesco Neureuther davanti a Marcel Hirscher e a Ted Ligety, che a sorpresa si ritrova nello slalom e compie una gara strepitosa. Quarto provvisorio Mario Matt, fuori subito il giovane fenomeno Kristoffersen. Degli azzurri si qualificano alla seconda Patrick Thaler con il nono tempo, Giuliano Razzoli 17esimo e Stefano Gross 18esimo, fuori Giovanni Borsotti, mentre chiudono 41esimo Deville, 47esimo Ronci e 52esimo Tonetti.

Thaler con i baffi durante l'iniziativa "Movember"

Thaler con i baffi durante l’iniziativa “Movember”

Seconda manche un po’ più angolata della prima e il vincitore di giornata è Marcel Hirscher, che compie una gara molto grintosa ma purtroppo sporcata da una dubbia (più sì che no, ma rimarrà il dubbio) inforcata, notata subito dalla commentatrice di Rai Sport (nonché ex atleta) Barbara Merlin. Da sottolineare che l’austriaco non è nuovo a comportamenti del genere e più volte ha portato a termine la gara nonostante evidenti inforcate. Ci spiace dire così ma l’ ironman austriaco è talmente forte che sicuramente non ha bisogno di questi giochetti per vincere. Al secondo posto Felix Neureuther che si lascia tradire da dei piccoli segni in pista che lo tengono lontano di +0.10 da Hirscher, La sorpresa sta nell’uomo che sale al terzo gradino del podio, cioè il russo Khoroshilov a +0.15 (quinto dopo la prima manche) e sale per la prima volta in carriera sul podio della coppa del mondo. I nostri atleti ancora in gara compiono tutti una opaca seconda manche e ritornano a casa non un decimo posto di Thaler a +1.49, 12esimo Gross (che recupera sei posizioni) +1.62 e con il 23esimo posto di Giuliano Razzoli. Esce dopo aver provato a nascondere un’inforcata lo statunitense Ligety.

Appuntamento a lunedì prossimo con lo slalom speciale, per una spettacolare gare sulla Tre-Tre di Madonna di Campiglio.

di Simone Frigeri

About Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Trieste. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto