venerdì 19 gennaio 2018

Hirscher sul trono a Zagabria (CRO)

Miglior italiano Stefano Gross 7°.

Gross in azione

Gross in azione

Gara notturna in Croazia su una pista non molto difficile ma davvero lunga e logorante con tempi vicini al minuto sia nella prima che nella seconda manche. Sette gli atleti azzurri in gara tra cui Manfred Moelgg al ritorno dal grave infortunio al tendine d’achille che lo ha tenuto lontano dalle gare per 150 giorni. Prima manche con porte distanti circa 11 metri (più larghe rispetto alle ultime gare) e a chiudere con il miglior tempo è l’austriaco Marcel Hirscher, nonostante il grave errore sul muro iniziale che sembra avergli fatto perdere 3/4 decimi. In seconda posizione provvisoria lo svedese Hargin a +0.77, terzo a sorpresa l’americano Chodounski, quarto il tedesco Felix Neureuther a +0.87. Per quanto riguarda in nostri colori si qualifica per la seconda manche con il settimo tempo Stefano Gross a +1.19, 14esimo Thaler a +1.95 e 16esimo Manfred Moelgg a +2.04. Non porta a termine la gara Giuliano Razzoli che al secondo intermedio era secondo dietro a Hirscher a soli 13 centesimi ma complici la stanchezza e la sua posizione leggermente arretrata, non termina una manche che poteva rivelarsi gloriosa.  Non arrivano al traguardo, sempre nella prima manche, Giordano Ronchi e Riccardo Tonetti mentre Cristian Deville chiude fuori dai trenta.

il podio di oggi

il podio di oggi

Seconda manche simile alla prima. Non grandi variazioni di ritmo nel tracciato ma la neve forse si danneggia più facilmente. Ad infastidire gli atleti nelle loro prestazioni sono anche le luci artificiali che illuminano la pista. Ma la musica non cambia. Vince Marcel Hirscher che si porta a casa, nel vero senso della parola, la corona di Re della gara (messa in palio dagli organizzatori) davanti a Felix Neureuther a +0.81. Terzo il norvegese Solevaag, per la prima volta in carriera sul podio, a +1.04. Quarto lo svedese Hargin e quinto il russo Khoroshilov che stava compiendo una gara spettacolare ma un grave errore lo ha tagliato fuori dai giochi per il podio. Per quanto riguarda i nostri colori settimo posto per Stefano Gross a +1.67 (al suo migliore risultato stagionale) e 16esimo Manfred Moelgg a +3.21, dimostrando un buon stato di forma nonostante la lunga assenza e speriamo possa migliorare sempre di più in vista dei mondiali americani di febbraio. Non porta a termine la seconda manche Thaler a causa di un errore dovuto dalla stanchezza nelle gambe nella parte finale della gara mentre i parziali stavano sorridendo al nostro atleta.

di Simone Frigeri

About Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Trieste. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto