mercoledì 22 novembre 2017

Tina Maze vince la sua seconda medaglia d’oro

Miglior azzurra Francesca Marsaglia, ottava.

Discesa libera molto difficile per una combinata femminile, ma allo stesso tempo molto divertente anche se le interpreti chiave non sono delle sorprese. Subito Tina Maze a caccia del suo secondo oro per questi mondiali e mette in piedi una manche di libera strepitosa e chiude prima davanti alla svizzera Lara Gut per soli 2 centesimi. Terza Anna Fenninger che lascia decimi preziosi nella prima parte di gara per poi attaccare nella parte bassa e chiudere a +0.26 da Maze. Quarta Nicole Hosp a +0.90, quinta Mowinckel a +1.07.

Tina Maze
Tina Maze

Per quanto riguarda le nostre atlete, grande prova per Francesca Marsaglia che nelle due gare precedenti non aveva mai sciato così ed oggi chiude nona dopo la libera a +1.40. Elena Curtoni non approfitta del numero di pettorale basso (3) e si lascia sorprendere da una curva che non riesce a chiudere al meglio, saltando così una porta e vedendo finire sulla raptor il suo mondiale. Elena Fanchini 15esima a +2.31. Elena in questa trasferta mondiale non sembra essere mai stata se stessa e la gara oggi lo riconferma. 21esima Johanna Schnarf a +3.28.

Francesca Marsaglia
Francesca Marsaglia

Seconda manche molto filante, vince la gara Tina Maze che sembra essere troppo forte per farsi impensierire da qualsiasi delle altre atlete. Nicole Hosp prova a insediare la seconda medaglia d’oro di Tina a questo mondiale ma 22 centesimi la separano dalla realizzazione di un sogno. Terza Michela Kirchgasser, slalomista pura, che in realtà va a conquistarsi questa medaglia con la ottima prova nella libera e nello slalom non fa altro che sciare come sa e chiude a +0.35. Quarta Fenninger, quinta Gut.

Delle italiane rimaste in gara solo Marsaglia e Fanchini in quanto Johanna Schnarf a causa di problemi fisici non parte per lo slalom. Francesca Marsaglia compie un’ ottima prova di slalom e può ritenersi soddisfatta con l’ottavo posto conquistato a +2.59 dalla vincitrice. 16esima Elena Fanchini a +5.47.

di Simone Frigeri

About Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Trieste. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto