mercoledì 22 novembre 2017

Dominio vichingo nella libera di Beaver Creek

Buona Italia con Innerhofer e Fill

Jansrud e Svindal by agence zoom

Jansrud e Svindal by agence zoom

Ma come si fermano questi norvegesi? Ancora una gara all’insegna dei vichinghi nordici con Svindal che pare non fermarsi più e oggi spalleggiato dal suo compagno e amico Jansrud. Svindal vince la gara dominando letteralmente nel pianoro iniziale e difendendosi dove il tracciato non giocava a suo favore. Jansrud è insieme a lui lì sul secondo scalino del podio a +0.30 e recuperando 20 centesimi a Svindal tra la fine del primo intermedio ed il traguardo ed ha impressionato più di tutti per la gestione della gara ed la tecnica sopraffina dimostrata (vedi posizione da saltatore con gli sci su un salto). Terzo il soprendente Fayed che chiude a +0.70 dal leader. Quarto Reichelt e quinto Janka.

Jansrud in azione by agence zoom

Jansrud in azione by agence zoom

Per quanto riguarda i nostri azzurri buonissima prova del talento Innerhofer, che le prende quasi da tutti sul piano, ma si dimostra il migliore al mondo dove cé da usare i piedi e sta sui tempi si Svindal e Jansrud pur chiudendo alla fine settimo a +1.10. Ottavo Peter Fill che conferma la buona forma e chiude a +1.14. Prova negativa di Dominik Paris che sembra aver fatto un passo indietro rispetto alla trasferta canadese e chiude 20esimo a +1.70. 24esimo Marsaglia, 37esimo Heel, 40esimo Casse, 43esimo Varettoni, 451esimo Klotz.

Di Simone Frigeri

 

About Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Trieste. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto