mercoledì 17 gennaio 2018

Anche Schladming è di Kristoffersen!

Miglior azzurro Stefano Gross, sesto.

Nello stadio di Schladming con 60 mila persone a tifare fra canti, bandiere e fumogeni, è andato in scena lo slalom speciale maschile più atteso dell’anno.

La marea umana di Schladming

La marea umana di Schladming

Le alte temperature (durante il giorno +9 a 1700 mt) hanno messo in seria difficoltà gli organizzatori. La pista fino a domenica era una lastra di ghiaccio, poi inversione termica e neve primaverile sulla pista Planai che ha confuso molti atleti abituati al marmo come quello trovato nell’ultima gara a Kitzbühel. Prima manche tracciata in maniera eccellente dall’allenatore azzurro Costazza, con molta velocitá e poche curve strette. La seconda manche tracciata dal russo allenatore di Khoroshilov in maniera più tortuosa  e per questo motivo si sono formati molti solchi in prossimità delle porte.

Vince per la sesta volta in stagione su sette slalom disputati il norvegese Kristoffersen, sempre più padrone di questa disciplina.

Il leader Kristoffersen

Il leader Kristoffersen

L’impresa peró oggi la fa Marcel Hirscher, 22esimo dopo la prima manche (a +2.59 dal leader momentaneo Neureuther che ha inforcato nella seconda manche), a causa di una lente montata male sulla mascherina che si è annebbiata mentre Marcel stava sciando (ed era buio vista la gara notturna). Nella seconda manche l’austriaco costruisce un capolavoro, non fa sconti a nessuno, parte senza fare calcoli e con il miglior tempo di manche chiude secondo a fine gara a +0.61 da Kristoffersen. Terzo a +0.77 il russo Khoroshilov.

La mascherina annebbiata di Hirscher

La mascherina annebbiata di Hirscher

Miglior azzurro di giornata Stefano Gross che ha chiuso al sesto posto a +1.24 dal vincitore. Sabo era secondo dopo la prima manche con un vantaggio di 57 centesimi su Kristoffersen e di 2 secondi e 6 centesimi su Hirscher, ma nella seconda manche compie un grave errore a circa metà gara toccando con lo scarpone a terra e scivolando per più di un metro fuori dalla linea ideale. Per miracolo Gross riesce a stare in pista ma la gara per un posto sul podio era ormai compromessa.

L'azzurro Gross

L’azzurro Gross

Per quanto riguarda gli altri azzurri, Moelgg non porta a termine la seconda manche dopo un ottimo undicesimo tempo nella prima. Thaler ancora una volta nei primi dieci con l’ottavo posto a +1.35. Ballerin squalificato in prima manche, l’esordiente Liberatore e Tonetti non si qualificano alla seconda manche mentre Ronci e Bacher non portano a termine la prima.

 

di Simone Frigeri

 

About Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Trieste. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto