martedì 16 gennaio 2018

Fioretto: riepilogo della settimana tra Danzica (Rio) e Parigi

Coppa del Mondo, Fioretto maschile – Parigi, 15-17 gennaio

Non vanno oltre i quarti di coppa del mondo i colori azzurri branditi da Daniele Garozzo e Giorgio Avola che dopo aver battuto rispettivamente il russo Trofimov e il tedesco Sanita (entrambi con il medesimo risultato di 15-9) vengono tagliati fuori dalla corsa al titolo.

Ancora una volta la Russia sul cammino azzurro, questa volta però Avola non può niente contro il fiorettista Rigin (15-13); Garozzo si è trovato invece di fronte lo statunitense Imboden cui è riuscito ad infliggere non più di dieci punti: l’amara consolazione è quella di aver perso contro il vincitore del torneo.

Coppa del Mondo, Fioretto femminile – Danzica, 15-17 gennaio

Tutt’altre gioie regala il fioretto femminile a Danzica per quella che è la quarta gara del circuito mondiale: Arianna Errigo sale sul gradino più alto del podio per la seconda volta in stagione. E’ festa anche per l’azzurra Martina Batini che raggiunge il terzo posto dopo aver perso in semifinale contro la russa Shanaeva per un netto 15-10. Shanaeva che ha incontrato proprio la nostra Arianna per duello per il primo posto, conquistato ai danni di un’altra russa, la Deriglazova (15-12).
Italia-Russia è un duello che ci verrà riproposto per tutta la stagione: ad avere la meglio questa settimana è stata la Errigo con un convincente 15-8.

Coppa del Mondo, fioretto maschile, prova a squadre – Parigi, 17 gennaio

federscherma.it

federscherma.it

Andrea Cassarà, Andrea Baldini, Giorgio Avola e Daniele Garozzo si sono guadagnati nella giornata di domenica 17, l’ambito biglietto per Rio2016 alla penultima occasione buona per non accedere ai giochi olimpici da semplici spettatori. Gli azzurri hanno condotto una cavalcata ammirevole simbolo di grande intesa e forza sin dalle prime stoccate.
Agli ottavi ci troviamo di fronte la Polonia, battuta nettamente per 45-30; superato questo ostacolo la corsa al podio si fa sempre più seria: è la volta della Cina: partita difficile con esito sempre in bilico ma che poi darà ragione agli azzurri, 45-42 che ha il sapore di semifinale.

Quattro squadre, un solo vincitore: sono USA e Corea del Sud da una parte; Italia e Inghilterra dall’altra. Partita a senso unico, la nostra: ci imponiamo 45-42: lezione di fioretto e vacanze rimandate, causa Olimpiadi!

La finale contro gli USA, che nel frattempo hanno battuto i coreani 45-39, è una sfida accesissima che vede in vantaggio l’Italia sino al punteggio di 42-37, sino a quando l’ultimo frazionista a stelle e strisce, Massialas, decide di ingranare il turbo e lasciare lì gli azzurri. Finisce 45-42: secondo posto con l’opportunità di una rivincita prestigiosissima, questa volta in Brasile.

Coppa del Mondo, fioretto femminile, prova a squadre – Danzica, 17 gennaio

federscherma.it

federscherma.it

E’ festa grande per tutta l’Italia femminile a Danzica: primo posto nella terza prova a squadre della stagione. Arianna Errigo, Martina Batini, Alice Volpi, Chiara Cini sono le protagoniste del trionfo italiano in un percorso vincente contro Venezuela, Cina, Corea del Sud e Russia.
Sin dai quarti le azzurre hanno da subito messo in chiaro le proprie intenzioni: ovviamente 90 punti conquistati contro i soli 43 totali contro Venezuela e Cina (rispettivamente 45-13 e 45-30). Alle semifinali accedono Germania, Russia, noi e la Corea del Sud: finisce 45-29 a favore dell’Italia ma la partita più bella deve ancora cominciare: c’è (indovinate un po’) Italia-Russia.

Finale che diventa sempre più bella punto dopo punto, le due squadre combattono ad armi pari e sulla pedana regna l’equilibrio fino al 44-44, fino alla stoccata di chi non ha bisogno di presentazioni, specie dopo il trionfo individuale appena conquistato, fino a quando su quella pedana sale chi fa la differenza: Arianna Errigo, 45-44 e primo posto!

 

 

 

 

 

Francesco Bevilacqua

 

About Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all’Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un’opportunità di crescita; gioca a calcio.

@Bevilacqua_93

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto