venerdì 17 novembre 2017

Federica Brignone vince il Super G di Soldeu

Fra gli uomini, prova opaca per gli azzurri, gara vinta da Kilde.

SUPERG FEMMINILE:

Seconda vittoria stegionale e quinto podio per l’azzurra Federica Brignone. Sciisticamente parlando Fede è nata come gigantista, ma da qualche stagione si è allenata duramente anche in SuperG e in Slalom. Oggi il primo squillo con una vittoria meritata in Super Gigante nella località di Soldeu, in Andorra, dove il circo bianco mancava da ben quattro anni. Certo i più critici ci diranno che la vittoria le è stata consegnata grazie al maltempo, ma noi invece crediamo che in ogni caso la sua sia davvero una grandissima gara, e i due intermedi della Vonn, che stava andando fortissimo prima della caduta (con probabile infortunio) non sono altro che una conferma.

Federica Brignone

Federica Brignone

Gara condizionata dal mateo che fa le bizze, con partenza abbassata di 40 secondi e orario di oartenza spostato dalle 10.30 alle 13.30. Giornata nera dell’americana Vonn, che oltre a vedersi ripresa in classifica generale dalla Gut (16esima quest’oggi), rischia un ennesimo lungo stop a causa di un problema al ginocchio. Come detto vince dunque la nostra Brignone, davanti a Laurenne Ross (+0.13) e Tanara Tippler (+0.37).

Il maltempo che avvolge la pista a Soldeu

Il maltempo che avvolge la pista a Soldeu

Grande soddisfazione per Sofia Goggia, quarta a soli sette centesimi di distacco da quello che sarebbe stato il suo primo podio in carriera. Quinta Elena Fanchini, sesta l’altra azzurra Johanna Schnarf. Ottima dunque la prova di squadra per le azzurre che oltr alle quattro atlete sopra citate, piazza anche Elena Curtoni fra le prime dieci posizioni, con il decimo tempo a +0.99 da Federica.  Per quanto riguarda le altre azzurre, 15esima Marsaglia, 19esima Nadia Fanchini, 21esima Merighetti, e 41esima Bassino.

 

SUPERG MASCHILE: 

A Hiterstoder (AUT) ancora una volta si ricompone il duo Kilde-Kline rispettivamente in prima e seconda posizione come accaduto qualche settimana fa a Garmisch. Vince il norvegese classe ’92 con 24 centesimi di vantaggio sullo sloveno Kline. I due come già accaduto in terra tedesca, anche oggi sembrano aver avuto una marcia in più rispetto a tutti gli altri atleti, interpretando al meglio il bellissimo SuperG messo in scena in austria, uno dei più completi, per caratteristiche tecniche, di tutta la stagione. Sul terzo gradino del podio sale l’ormai vincitore della quinta Coppa del Mondo generale consecutiva, Re Marcel Hirscher, che per l’ennesima volta, come se ce ne fosse il bisogno, dimostra di essere il più grande di tutti, salendo sul podio nuovamente anche in SuperG oltre che nelle sue specialità di gigante e slalom.

Il podio di Hinterstoder con da sx verso dx Kline, Kilde, Hirscher

Il podio di Hinterstoder con da sx verso dx Kline, Kilde, Hirscher

Prova non tanto convincente per gli azzurri, il migliore a piazzarsi è Innerhofer, 12esimo a +1.44. Buona la prova di Casse, 13esimo a +1.47 ed in continua crescita in questa stagione nel superG. 16esimo Paris, 24esimo Tonetti, e ottimo 26esimo posto per Emanuele Buzzi a +2.34, che ancora una volta chiude a punti dopo la trasfera coreana. 34esimo Bosca, 45esimo De Aliprandini, mentre Fill e Battilani non portano a termine la gara.

 

di Simone Frigeri

 

About Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Trieste. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto