sabato 18 novembre 2017

Azzurri, con la Germania tra passato e futuro

Questa sera, ore 20.45 all’Allianz Arena di Monaco, sarà tempo di grande calcio tra due squadre ancora alla ricerca dell’assetto ideale.

Foto ''Figc.it''

Foto ”Figc.it”

Germania-Italia non è mai una partita normale. Troppi i precedenti storici, troppe le grandi battaglie del passato. Troppa storia, insomma, per considerarla una semplice partita di calcio.

All’Allianz Arena sarà solo un’amichevole, ma non per questo priva di interesse. I due Ct, Low e Conte, sono alla pazza ricerca dell’assetto ideale, quello definitivo. Se gli azzurri, si sa, non hanno ancora trovato modulo e uomini adatti al cento per cento all’idea di calcio di Antonio Conte, nemmeno i Tedeschi campioni del mondo in carica e favoriti numero uno in vista dell’Europeo, navigano in acque tranquillissime.

La base è sempre quella, forte ed affidabile, ma con l’addio di capitan Lahm qualcosa è andato perso, a livello di carattere e certezze. E così, test come quello di sta sera possono risultare fondamentali per trovare le giuste alternative.

Le probabili formazioni. Aria di cambiamenti per Antonio Conte, che rivoluziona per 5/11 la formazione vista ad Udine con la Spagna. Davanti al solito Buffon, agiranno Acerbi, Bonucci e Darmian, con Thiago Motta e Montolivo in mezzo a coprire la difesa. Giaccherini e Florenzi dovrebbero fare il lavoro sporco sulle fasce, a sostegno del tridente tutto gioventù e fantasia composto da Insigne, Bernardeschi e Zaza. Il futuro della Nazionale possono essere loro.

Saranno cinque i cambi anche per Low, costretto a fare a meno di Neuer, ko per un attacco influenzale. Fuori Emre Can e Rudiger, che faranno spazio a Rudy e Mustafi, così come Marco Reus dovrebbe fare con Shurrle. In attacco, infine, assisteremo alla staffetta tra Mario Gomez, in campo contro l’Inghilterra, e l’altro Mario, Gotze, appena tornato da un lunghissimo infortunio.

About Tiziano Saule

Nato a Trieste, Tiziano Saule è studente al liceo. Socievole ma non troppo espansivo, non ama essere al centro dell’ attenzione. Adora scrivere e adora lo sport. In particolare il calcio. Ama praticarlo, guardarlo e commentarlo, unendo così le sue due passioni. Per Tiziano lo sport racconta molto di più di quello che solitamente la gente coglie: porta con sé valori, passioni e rivalità che lo rendono eccezionale.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto