venerdì 17 novembre 2017

E’ il giorno di Italia-Spagna. Prove generali di Euro2016

Ultime ore prima della sfida contro le furie rosse Campioni d’Europa in carica. Conte: “dobbiamo trasmettere gioia”.

E’ la seconda volta che ci capita di scendere in campo poco dopo atti terroristici. Ripercorriamo dei momenti brutti già vissuti con la mente che non può che andare a queste situazioni terribili. Quello che sta accadendo ci deve portare ad alzare il livello dell’attenzione, perché l’Europeo deve essere una manifestazione di festa. conte_ctMi auguro che questi fatti non creino problemi e che non ci si abitui a questi episodi. Quello che è accaduto ci colpisce in maniera profonda e ci spaventa. Ma è inevitabile pensare all’evento sportivo per prepararlo nel migliore dei modi. È la via giusta per rispondere a chi ci vuole mettere paura. Noi dobbiamo trasmettere gioia”.

Così Antonio Conte introduce la prima delle quattro amichevoli previste prima di intraprendere finalmente il girone di Euro 2016 e dimostrare chi siamo su un palcoscenico importante; il primo e l’ultimo per il cittì sulla panchina della Nazionale.
Nelle precedenti 16 partite l’Italia di Conte ha collezionato 9 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte; 23 i goal fatti, 14 quelli subiti: tanti, in entrambi le statistiche ma è un equilibrio troppo fragile e mutevole per affrontare il torneo francese con qualità.
A questo servirà la partita di oggi; amichevole di lusso programmata apposta per plasmare la formazione che tra qualche mese si confronterà con Belgio, Svezia ed Irlanda. Conferme, bocciature a -360′ minuti dalla prima ufficiale: da oggi si fa sul serio.

“Questo doppio impegno ha un grande valore perché non ci saranno più test prima della lista definitiva. Osserverò attentamente la partita con la Spagna e quella contro la Germania (29 marzo, Monaco), per questo ho fatto una convocazione abbastanza ampia. Avrei voluto lavorare con loro di più, ma non è stato possibile. Soprattutto in allenamento dovrò capire se i nuovi arrivati potranno essere utili o no. De Rossi? Chi non c’è verrà monitorato attentamente nei prossimi due mesi. Guarderò anche la MLS dove gioca Giovinco. Comunque ho già le mie idee. Chiedermi chi gioca mi sembra una presa in giro perché l’ultima seduta era aperta. Mi aspetto di vedere in campo quello che abbiamo provato, anche se non è semplice preparare una partita con persone che non vedi da tanto tempo e contro una delle favorite alla vittoria finale. Voglio delle risposte da tutti. Il 3-4-3 è un ulteriore step che ci aspetta. Ma sono già contento e soddisfatto. Arriveremo all’Europeo con una squadra, non una selezione. E trovare soluzioni differenti senza cambiare i nostri principi può essere un valore aggiunto”.

PROBABILI FORMAZIONI

ITALIA (3-4-3): Buffon; Darmian, Bonucci, Astori; Florenzi, Parolo, Thiago Motta, Giaccherini; Candreva, Pellè, Eder.
A disposizione: Perin, Sirigu; Acerbi, Antonelli, De Silverstri, Ranocchia, Rugani; Montolivo, Jorginho, Soriano; Bernardeschi, Bonaventura, El Shaarawy, Insigne, Okaka, Zaza.
All.: Conte.

SPAGNA (4-2-3-1): Casillas; Juanfran, Sergio Ramos, Piquè, Azpilicueta; San Josè, Thiago Alcantara; Mata, Fabregas, Morata, Aduriz.
A disposizione: De Gea, Rico; Gaspar, Nacho, Martra, Jordi Alba; David Silva, Sergi Roberto, Koke, Sergio Busquets, Fabregas, Santi Cazorla, Isco, Iniesta, Nolito; Pedro Rodriguez, Paco Alcacer.
All.: Del Bosque.

STATISTICHE: 33 sono gli incontri che si contano tra Italia e Spagna; il primo risale al 1920 in cui venimmo sconfitti per 2-0 ai Giochi Olimpici. Sconfitti anche durante l’ultimo confronto, era il 5 marzo 2014 in amichevole a Madrid (1-0, Pedro). Complessivamente la sfida è in perfetta parità, 10 le nostre vittorie, 13 pareggi e 10 sconfitte; 39 gol fatti, 35 quelli subiti.

Allo Stadio FiulItaly+v+Georgia+FIFA2010+World+Cup+Qualifier+80u7dif5U6eli di Udine la sorte ha sempre sorriso agli azzurri nei 6 precedenti: si contano 5 vittorie ed un pareggio.

La Nazionale torna nello stadio udinese dopo 8 anni; l’ultimo incontro risale alle qualificazioni mondiali contro la Georgia il 10 settembre 2008 (2-0, doppietta di De Rossi). Oggi si prevede il tutto esaurito.

 

 

 

 

Francesco Bevilacqua

About Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un'opportunità di crescita; gioca a calcio. @Bevilacqua_93

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto