martedì 12 dicembre 2017

Inaugurato il primo stadio intitolato ad Enzo Bearzot – LE FOTO

Desideri, aspettative, idee, opinioni alle spalle, ora la proposta di intitolare uno stadio allo storico C.T. della Nazionale campione del Mondo nel 1982 è realtà.

FINALMENTE. E’ stato intitolato al Veciol’impianto sportivo sito in via San Michele a Gorizia, la città che ha visto i primi calci al pallone di un giovane Bearzot in forza alla squadra locale, la Pro Gorizia ora militante nel campionato di Prima Categoria con l’ambizione di abbandonarla il prima possibile per approdare in Promozione già dalla prossima stagione.
Bearzot, Vincenzo all’anagrafe, esordisce in biancoazzurro nel 1946 all’età di 19 anni. A Gorizia gioca due stagioni quando è l’Inter a farsi avanti e portare a Milano il giovane difensore di Aiello del Friuli. Bearzot vestirà anche le maglie di Catania e Torino prima di impugnare la pipa ed intraprendere la carriera di allenatore culminata nel 1982 con la vittoria del campionato del Mondo in Spagna.

Lo stadio è stato completamente ristrutturato: dagli spogliatoi al campo, con una spesa poco inferiore agli 800.000 €. Alla cerimonia, oltre alle autorità provinciali per il taglio del nastro, presente anche il goriziano Edi Reja, ora allenatore dell’Atalanta, che si è detto: “assalito da tanti ricordi”.
Entro l’estate verranno ultimati i lavori di rifinitura ed in particolare i campetti di sfogo e nel settembre del 2017 l’impianto ospiterà alcune partite dell’europeo under 20.

La partita inaugurale ha visto le formazioni di Italia e Russia under15 impegnate nel Trofeo delle Nazioni; sfortunatamente agli azzurrini non è andata come sperato: 1-3 il risultato finale. Domani tocca alla selezione femminile under 17, sempre al Bearzot, contro l’Iran.

LA GALLERY

[Best_Wordpress_Gallery id=”9″ gal_title=”Stadio Bearzot”]

 

 

 

Francesco Bevilacqua

 

About Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all’Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un’opportunità di crescita; gioca a calcio.

@Bevilacqua_93

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto