martedì 16 gennaio 2018

Tuffi, Europei 2016: che favola Cagnotto! Batki/Verzotto quarti

Tania Cagnotto è vicecampionessa del mondo (fonte federnuoto.it)

(fonte federnuoto.it)

La sesta giornata dei Campionati europei di tuffi a Londra ha regalato all’Italia ancora grandi soddisfazioni e una fantastica medaglia  a Tania Cagnotto, che ha vinto il diciannovesimo oro della sua carriera nel continente.

Nella gara da tre metri la bolzanina ha realizzato l’ennesima impresa: dopo i primi due tuffi guidava l’ucraina Nedobiga con 95 centesimi di vantaggio, ma l’azzurra, agonista nata, ha continuato a condurre una gara di altissimo livello e ha trionfato con circa quindici punti di vantaggio sulla seconda. Ottimi i punteggi per i suoi tuffi: 72 punti per il doppio e mezzo indietro carpiato, 75 per il doppio e mezzo avanti con un avvitamento, 65.10 per il triplo e mezzo avanti, 67.70 per il doppio  e mezzo ritornato carpiato e 81,50 per un fantastico e bellissimo doppio e mezzo rovesciato, suo cavallo di battaglia. La campionessa italiana è imbattibile in Europa e a Rio dimostrerà nuovamente di essere tra le migliori al mondo. Un totale di 360.60 punti, vicinissimo al suo record personale. Argento per l’olandese Uschi Freitag con 330.60 e bronzo per la padrona di casa Grace Ride bronzo con 328.55. Anastasiia Nedobiga non è riuscita a mantenere il ritmo della gara e a causa di diversi errori pesanti ha chiuso decima. Francesca Dallapè ha eseguito un buon doppio e mezzo ritornato carpiato da 67.70 punti e un ottimo doppio e mezzo avanti con un avvitamento da 66 punti. Purtroppo un grave errore sul doppio e mezzo rovesciato carpiato ha macchiato la sua serie insieme ad altre sbavature. Rimane comunque una prestazione di tutto rispetto, considerando che la trentina si era concentrata solamente sulla gara di sincronizzato e ha gareggiato al posto di Maria Marconi, forfait all’ultimo per un problema alla schiena. L’atleta italiana ha chiuso comunque undicesima con 262.40.

Nella competizione della piattaforma sincronizzata mista Noemi Batki e Maicol Verzotto si sono fermati al quarto posto con 304.62 punti, a circa tre dal podio. Un vero peccato per la coppia del Bel Paese, che covava speranze di medaglie. Gli azzurri hanno eseguito dei buonissimi obbligato e, dopo il terzo giro, si trovavano addirittura al primo posto. Purtroppo una sbavatura sul tuffo finale, il doppio e mezzo rovesciato, ha precluso i sogni di una medaglia. Oro per gli ucraini Prokopchuk/ Dolgov con 323.70, argento per gli inglesi Ward/Lee con 318.24 e bronzo per i russi Timoshina/Shleiker con 307.68.

Appuntamento per la settima giornata con il sincronizzato da tre metri di Cagnotto/Dallapè e la piattaforma dieci metri.

Eleonora Baroni

 

About Eleonora Baroni

Eleonora Baroni nasce a Correggio il 13 agosto del 1995. Diplomata al Liceo Classico nel 2014, ora frequenta la Facoltà di Lingue e Culture per l’Editoria all’Università degli Studi di Verona. Ama quasi tutti gli sport e li segue con passione, fin da quando era una bambina. Segue con attenzione scherma, tuffi e nuoto.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto