mercoledì 22 novembre 2017

World League 2016: l’Italia annienta il Belgio

Dopo la sconfitta con la Francia, l’Italia si riscatta subito con il Belgio

zaytsev

 

L’Italvolley trova la prima vittoria nella World League 2016 contro il Belgio. È ancora una nazionale in via sperimentale, ma dopo la caduta con i transalpini l’importante era ottenere una vittoria. Capitan Buti e compagni arginano senza troppi problemi i belgi. I ragazzi di Blengini, in difficoltà solamente nel secondo parziale, dominano ampiamente il resto della partita. Ottima prova di Vettori, top scorer dell’incontro con 15 punti. I Red Dragons impensieriscono gli azzurri con il muro a tre, che si è rivelato il loro punto di forza.

Primo parziale completamente a senso unico, fin dall’inizio l’Italia prende il sopravvento (7-3) tenendo a distanza gli avversari. In cabina di regia Gianelli fa girare la palla in modo equo, soprattutto sui centrali Buti e Piano che non tradiscono. Il Belgio recupera qualcosa impostando il muro a tre, che per un certo periodo è stato invalicabile. Lo Zar, dopo essere stato murato due volte, al terzo tentativo riesce a trovare il colpo decisivo per perforarlo segnando il punto del +9 (23-14). Poi ci pensa Vettori a chiudere le pratiche con un attacco dalla seconda linea fermando il tabellone sul 25-15.

Pronta reazione dei belgi nella seconda frazione. Al primo timeout tecnico gli atleti di coach Baeyens sono avanti di quattro lunghezze (4-8). A metà parziale l’Italia si ricompatta piazzando un break di 4-0 che permette di dimezzare lo svantaggio( da 5-11 a 10-13). Piano intuisce le intenzioni avversarie, chiude ogni spazio al centrale Verhees, e firma il muro che vale il -1 (15-16). La stampata di Lanza permette agli azzurri di pareggiare i conti (20-20). Il Belgio non contiene la tensione, qualche errore di troppo consente alla nazionale italiana di andare in vantaggio di due set dopo circa un’ora di gioco.

Avvio con il piede sull’acceleratore da parte degli azzurri nel terzo set, dopo pochi minuti sono avanti 6-0 sul Belgio. Van Walle segna il primo punto per i suoi che nonostante le difficoltà recuperano lo strappo portandosi a -1 (7-6). I ragazzi di Blengini non si lasciano intimorire e tengono distanti gli avversari senza concedere loro alcuna possibilità di rimontare. Un buon turno al servizio di Zaytsev permette alla nazionale italiana di essere sopra 16-13 al secondo timeout tecnico. Nel finale di partita Vettori si rende protagonista mettendo a referto il punto del 23-20 e del 25-20 che chiude definitivamente le pratiche.

Di seguito il tabellino della partita:

ITALIA-BELGIO 3-0 (25-15 25-23 25-21)
ITALIA: Giannelli 4, Lanza 9, Buti 5, Vettori 17, Zaytsev 9, Piano 6, Colaci (L). Antonov, Cester, Maruotti, Non entrati: Sottile, Juantorena, Rossini (L), Anzani. all. Blengini
BELGIO: Valkiers 2, Van de Voorde 6, Van Walle 12, De Roo 14, Verhees 3, Rousseaux, Ribbens (L). D’Hulst, Van Den Dries 1, Dumont (L), Lecat, Klinkenberg 2, Van De Velde 3, Non entrati: Cox. All. Baeyens.
Arbitri: Mokry (Svk) e Shaaban (Egy)
Spettatori: 3000. Durata set: 23′, 30′, 27′.
Italia: bs 12, a 2, mv 9, et 16.
Belgio: bs 8, a 1, mv 7, et 25.

Alberto Incerti

 

 

About Alberto Incerti

Alberto nasce a Roma il 14 gennaio 1989. Laureato in Scienze della Comunicazione nel 2014. Appassionato da sempre di sport, ama seguire la Nazionale italiana in "tutte" le discipline. Gioca a pallavolo a livello amatoriale, prima era impegnato anche a livello agonistico. Attivo nel sociale, frequenta la montagna praticando alpinismo.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto