mercoledì 17 gennaio 2018

MXGP Assen: CAIROLI L’UOMO DELLE IMPRESE IMPOSSIBILI

A due gare dal termine, Tony Cairoli riapre clamorosamente il mondiale della classe regina
GP d’Olanda vinto dal belga Clement Desalle
Il cannibale Herlings ipoteca nella MX2 il titolo mondiale

di VALERIO ORIGO
Sedicesima prova del Campionato del Mondo 2016, l’ultima gara in europa, poi si andrà oltreoceano per le ultime due gare della stagione. Pista  di Assen molto particolare, creata dal nulla con un fondo molto sabbioso e pesante, il tracciato nel TT Circuit di Assen ha regalato sicuramente spettacolo.
Rocambolesca prima manche della MXGP: vince il britannico Shaun Simpson (KTM), davanti al belga Clement Desalle (Kawasaki) e l’olandese Glenn Coldenhoff (KTM). Il nostro SuperTony solo 4° e Tim Gajser fuori dalla top ten (12°).

Antonio Cairoli in sella alla sua Ktm 222

Antonio Cairoli in sella alla sua Ktm 222

Capolavoro nella 2^ manche del pilota siciliano: un concentrato di classe, tecnica e intelligenza tattica, laddove i suoi blasonati colleghi hanno avuto parecchi grattacapi, Tony sembrava danzare in punta di piedi. Ha controllato nei primi giri i suoi avversari, affondando il colpo del ko a metà gara, prendendo la testa della gara e mantenendola fin sotto la bandiera a scacchi. Sfortuna per il leader del mondiale Gajser, autore di una brutta caduta e costretto al ritiro, in bagarre per la seconda piazza. Vittoria di manche per Tony Cairoli (Red Bull KTM Racing Factory) che ha preceduto Clement Desalle (Kawasaki) e Glenn Coldenhoff (KTM), 20° posto per l’azzurro Alessandro Lupino (team Honda Red Moto).
Alla luce dei risultati delle due manche il belga Clement Desalle, in sella alla Kawasaki, ha vinto il GP d’Olanda davanti all’eterno Tony Cairoli.
Weekend incolore di Tim Gajser, 19enne sloveno della Honda, autore di una stagione impeccabile, poteva chiudere qui il Mondiale con due prove d’anticipo. Obiettivo che adesso diventa più difficile alla luce dei soli 9 punti messi in cassaforte in terra olandese.

Jeffrey Herlings, vincitore del GP d'Olanda e leader del mondiale MX2

Jeffrey Herlings, vincitore del GP d’Olanda e leader del mondiale MX2

Al rientro dopo tre forfait per infortunio, Jeffrey Herlings ha voluto dimostrare (in caso fosse ancora necessario) di essere il dominatore assoluto della MX2, con un 2° e 1° posto, ipoteca la conquista del suo terzo titolo iridato.
I nostri portacolori Giuseppe Tropepe in sella alla Honda (21° e 29°), Samuele Bernardini 27° e 7° con la sua TM, Michele Cervellin out nella prima manche e 15° nella seconda.

CLASSIFICA MONDIALE MXGP

(fonte MXGP)

(fonte MXGP)

CLASSIFICA MONDIALE MX2

Fonte MXGP

Fonte MXGP

Appuntamento il 3 settembre per il MXGP of Americas

About Valerio Origo

Valerio nasce a Milano. Diplomato all’Istituto Grafico Rizzoli, ha lavorato come responsabile di produzione presso la tipografia di un quotidiano nazionale. Hobbies: moto, sport, viaggi e fotografia. Attualmente collabora con alcune testate fotografando eventi sportivi (pallavolo, atletica leggera, canoa, football americano, golf, ciclismo, rugby e sport motoristici).

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto