mercoledì 22 novembre 2017

Manuela Moelgg e Dominik Paris, due podi italiani dopo Natale.

SuperG maschile di Santa Caterina Valfurva (ITA):

La pista dedicata alla campionessa italiana Deborah Compagnoni si è presentata al circo bianco in condizioni favolose in vista della tre giorni di gara (domani la discesa libera). Vince il solito Jansrud, che come già detto più volte, se non sbaglia, nelle discipline veloci non ha rivali in questa stagione. Staccato di 60 centesimi l’austriaco Reichelt. Terzo e meritatamente a podio il nostro atleta Dominik Paris a +0.65. Pochi gli errori del ragazzo della Val d’Ultimo ma Jansrud è irraggiungibile e il secondo posto è stato lì ad un passo, è mancata solo un po’ di strategia tattica per quanto riguarda il primo salto al primo intertempo, per il resto gara di ottimo livello in particolare nelle zone di pista dove c’era da tirare bene le curve.

Il podio odierno.

Per quanto riguarda gli altri nostri atleti, grandissimo 17esimo posto per De Aliprandini (unico atleta con un voto più che positivo in pagella in questa gara assieme a Paris). 18esimo uno spento Innerhofer che sembra non trovare più le misure nella sua disciplina, il superG. 27esimo posto soddisfacente per Bosca, 35esimo Casse, 42esimo Fill, 50esimo Buzzi.

L’azzurro Dominik Paris.

Gigante femminile di Semmering (AUT): 

Grandissima Manuela Moelgg, non ci sono altre parole per definire questa ragazza. Dopo sei anni dall’ultimo podio in slalom e dieci anni dall’ultimo podio in gigante, torna fantasticamente sul podio in una gara in cui sono venute fuori le vere gigantiste. Vince l’americana Mikaela Shiffrin (che si era allenata i giorni scorsi a casa di Manu Moelgg a San Vigilio di Marebbe) davanti a Tessa Worley staccata di 78 centesimi. Due manche di livello altissimo per la nostra atleta che ha chiuso oggi terza a +1.09. In prima manche ha chiuso con il secondo tempo, nella seconda, si sperava che il tracciato disegnato dall’allenatore azzurro Rulfi potesse aiutare le nostre atlete ma così non è stato. Marta Bassino, terza dopo la prima manche, è stata tradita da una seconda manche troppo angolata e tortuosa ed ha chiuso al quinto posto a +1.56.

La vincitrice Shiffrin.

Manu Moelgg, terza classificata.

Per quanto riguarda le altre italiane, 19esima Marsaglia, 21esima Elena Curtoni, Irene Curtoni non porta a termine la seconda manche. Grande rammarico invece per Brignone che è uscita di gara in prima manche dopo poche porta dalla partenza e per Sofia Goggia, che ha saltato l’ultima porta prima del traguardo quando avrebbe potuto chiudere la prima manche subito alle spalle di Shiffrin.

 

di Simone Frigeri

 

 

About Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Trieste. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto