mercoledì 22 novembre 2017

A Cortina Goggia è principessa della velocità. Lara Gut mette la corona.

Una splendida giornata di sole fa da cornice alla pista Olympia delle Tofane, palcoscenico tutto femminile della due giorni di Coppa del Mondo di sci alpino.

Undici, le pettorine azzurre nella startlist della discesa libera odierna che ha espresso un gran movimento sul podio ma anche la conferma di Sofia Goggia su quel gradino che sembra essere suo. Ottava medaglia stagionale per l’atleta classe 1992 battuta solamente per un frammento: +0.05″ da un’impeccabile Lara Gut (1’37″08).

SCAMBI. Eppure Sofia vorrebbe di più: “Per pochissimo, spero un giorno di darteli io questi cinque centesimi – dirà ai microfoni rivolgendosi alla rivale – è stata una gara ed una giornata bellissima; sono molto soddisfatta, ringrazio tutti per il sostegno”. Immediata la replica (sorridente) della Gut: “Nelle prove puoi darmi tutti i centesimi che vuoi, basta che me li riprendo nel week end”.
Terza, la slovena Stuhec, spinta da un discreto gruppo di tifosi al seguito.

TRA LE ITALIANE Bene anche Verena Stuffer, 6ª e Johanna, 7ª. 12ª, 16ª e 21ª posizione rispettivamente per Federica Brignone, Elena Fanchini ed Elena Curtoni: “Da me chiaramente pretendevo di più, ognuno cerca sempre il top della performance e oggi purtroppo ho preso un sasso e non sono riuscita a dare di più; sono un po’ amareggiata”

 

About Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un'opportunità di crescita; gioca a calcio. @Bevilacqua_93

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto