sabato 18 novembre 2017

Elisa Di Francisca:” Il mio prossimo obiettivo? Scegliere quando tornare e… Tokyo 2020!”

Elisa Di Francisca ha conquistato alle Olimpiadi di Rio 2016 la sua terza medaglia: uno splendido argento. La jesina, dopo il successo, si è presa un periodo di pausa dalle gare per dedicarsi ai suoi cari e alle sue passioni. Abbiamo raccolto una chiacchierata molto piacevole con l’azzurra, che ha dimostrato ancora una volta di essere un’instancabile atleta ma anche una ragazza normale. Tanti spunti anche sul futuro della scherma italiana.

Elisa, ci hai tenuto svegli fino a tardi, ma ne è valsa la pena! Quali sono le tue sensazioni dopo l’argento olimpico a Rio 2016?

“Ho fatto una gara importante e che è andata bene. Ho conquistato con fatica questa medaglia, quindi ha ancora più valore. Non mi aspettavo di arrivare così lontano, a mezzo passo dall’oro”.

Poi hai preso la decisione di stare per un po’ lontana dalle gare: come hai passato questi mesi?

“In questo periodo mi sono riposata, sono stata con la mia famiglia, ho dato tempo e spazio alla mia vita privata e ho praticato sport non finalizzato alle competizioni”.

Come si svolge la tua settimana tipo di allenamento?

“Ci alleniamo dal lunedì al venerdì: tutte le mattine facciamo preparazione atletica e lezioni, mentre al pomeriggio tiriamo con i nostri compagni”.

Qual è la dieta di un atleta di livello olimpico?

“Ognuno segue la dieta più adatta a sè stesso. Io personalmente seguo la dieta a zona: cerco molto di variare tra proteine, carboidrati e grassi”.

Come vedi le Olimpiadi di Tokyo 2020?

“ La vedo lontana perchè c’è ancora tempo, però resta comunque un orizzonte nitido. Ci sarà la gara a squadre, come a Londra e avremo l’opportunità di schierare quattro fiorettiste. Ora il mio obiettivo è scegliere in quale gara rientrare”

Hai partecipato a Sanremo qualche anno fa come ospite. Cosa ricordi di quella esperienza?

“Avevo partecipato con le mie compagne di squadra. Si è trattata di un esperienza molto bella ed emozionante. La trasmissione è molto famosa ed è seguita da tante persone. Cresci con Sanremo. Ricordo la difficoltà e le ripetute prove a scendere la scalinata. La tv? È un mondo che mi piace: sono abituata a questo tipo di adrenalina: mi tiene viva e non faccio fatica a stare in televisione”

Mentre al futuro della scherma italiana, ci pensi mai?

“La scherma in Italia ha un futuro roseo, che però va tutelato. Non bisogna adagiarsi, come già in tanti ambiti pensando di essere i più bravi e non coltivando i nostri talenti. Anzi, è necessario preoccuparsi che i maestri azzurri rimangano in Italia ad insegnare e che le palestre abbiano il materiale necessario, altrimenti prima o poi si perde”.

Com’è il tuo rapporto con Giovanna Trillini, la tua allenatrice? Continuerai a prepararti con lei?

“Al momento sono in pausa, come del resto Giovanna, che si è appena operata ad un ginocchio. Io Giovanna e la mia preparatrice atletica abbiamo formato un bel gruppetto di donne e vogliamo continuare ad arrivare in alto insieme”.

 

Grazie ancora ad Elisa per la cortesia e a Silvia Lattanzio, sua manager

Foto: A. Bizzi Federscherma

 

About Eleonora Baroni

Eleonora Baroni nasce a Correggio il 13 agosto del 1995. Diplomata al Liceo Classico nel 2014, ora frequenta la Facoltà di Lingue e Culture per l'Editoria all’Università degli Studi di Verona. Ama quasi tutti gli sport e li segue con passione, fin da quando era una bambina. Segue con attenzione scherma, tuffi e nuoto.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto