martedì 12 dicembre 2017

Italia a senso unico. 8 i goal al San Marino

Risultato roboante che va preso con il giusto peso, più importante invece il gioco prodotto e gli automatismi che esprimono una buona intesa tra gli interpreti scesi in campo.

Ad Empoli va in scena un’Italia giovanissima (età media 21) capace comunque di esportare l’idea di gioco che Ventura aveva ed ha in mente; segno che i pochi giorni di stage durante l’anno si sono dimostrati utilissimi in chiave futuro.

E’ un’Italia che corre e che con grinta da l’idea di saper sfruttare il bisogno di rinnovo cui la Nazionale maggiore sta facendo i conti. Stiamo parlando di una partita piacevole contro il San Marino, certo, ma se l’obiettivo è prendere un aereo per la Russia, niente può essere lasciato al caso e ogni nota positiva o negativa va a concorrere a quella selezione che sarà. Tra i nomi “caldi” in vista delle prossime convocazioni spiccano quelli di Conti, sponsorizzato dal compagno Petagna e Lapadula autore di una tripletta in un reparto fertile ma che ha ancora qualcosa da chiedere per plasmare l’identità che ci aspettiamo da un’Italia vincente.

“Il risultato non conta ma in ballo c’era la possibilità per i giovani di dire chi sono e chi vogliono diventare; non c’erano molti spazi per giocare ma con la ricerca sistematica di prima – soprattutto nella prima frazione – siamo riusciri a mostrare buone cose. Lo spirito e la mentalità sono quelli giusti e non fanno altro che confermare quello che ho sempre detto e pensato: alle spalle di chi sta giocando adesso in Nazionale c’è un gruppo di ragazzi che stanno lavorando perchè vogliono arrivarci anche loro, e questo è il segnale più bello. Non bisogna avere premura: sono ragazzi molto giovani che hanno potenzialità ma hanno bisogno anche del tempo per metterle a fuoco. Balotelli? L’ho incontrato, è stato un incontro piacevolissimo, mi ha chiesto cosa deve fare per avere l’azzurro: credo che son stato un po’ duro, è un giocatore di qualità e deve capire cosa vuole diventare e dare risposte sul campo.. magari ci fosse una svolta, magari”.

Ventura.

TABELLINO

ITALIA-SAN MARINO 8-0
Italia (4-2-4): Scuffet; Conti (25′ st Biraghi), Caldara, G. Ferrari, D’Ambrosio; Baselli (1′ st Pellegrini), Gagliardini (1′ st Cataldi); Berardi (1′ st Politano), Petagna (1′ st Falcinelli), Lapadula, Chiesa (18′ st Caprari).
A disp.: Gollini, Calabria, Ceccherini, A. Ferrari. All.: Ventura
San Marino (4-2-3-1): Benedettini (1′ st Simoncini); Cesarini (18′ st Bonini), Cevoli (26′ st Mazza), Biordi (42′ st Stefanelli), Brolli; Golinucci, Cervellini; Hirsch, Vitaioli (18′ st Zafferani), Tosi (11′ st Della Valle); Rinaldi.
A disp.: Manzaroli, Palazzi, Tomassini. All.: Manzaroli
Arbitro: Schaerer (Svizzera)
Marcatori: 10′, 20′ e 5′ st Lapadula (I), 14′ Ferrari (I), 16′ Petagna (I), 3′ st Caldara (I), 13′ st Politano (I), 20′ st aut. Bonini (S)
Ammoniti: –
Espulsi: –

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI:

L’Italia sfiderà a Nizza l’Uruguay il 7 giugno (partita importante in chiave ranking) e poi riprenderà il cammino della qualificazioni mondiali contro il Lichtenstein a Udine l’11 giugno.

About Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all’Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un’opportunità di crescita; gioca a calcio.

@Bevilacqua_93

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto