mercoledì 22 novembre 2017

VOLLEY: IL PUNTO SULLE NAZIONALI

La situazione degli azzurri e delle azzurre in vista degli imminenti impegni 

Nell’esordio stagionale, l’Italia di Gianlorenzo Chicco Blengini si è aggiudicata la prima edizione della Vesuvio Cup, grazie alle vittorie, entrambe  per  3-1, contro Argentina  e Giappone. Sulla carta la sua nazionale era la grande favorita, ma non era per nulla scontato.
Tra gli atleti scesi in campo, sicuramente Vettori  è stato fondamentale, nella prima gara ha messo a terra  18 palloni con il 61% in attacco, e nella seconda 15 punti con il 45%. Ottima l’intesa con Giannelli, dunque si è collaudata una diagonale che lascia ben sperare in vista della World League, in quanto il palleggiatore di Trento ha quasi sempre giocato con Ivan Zaytsev e quindi non era proprio scontata la regia armoniosa con il Vetto. Per quanto riguarda gli schiacciatori Lanza come sempre è stato un punto di riferimento,   13 punti a referto contro i sudamericani ed 8 con i nipponici. Come al solito ha saputo martellare soprattutto al servizio, ma ha peccato un po’ di più in ricezione. Al centro è stato dato spazio a Piano e a Candellaro, mentre Buti è stato impiegato di meno. Nel reparto dei liberi Colaci probabilmente cederà il posto a Balaso, ma è ancora tutto da chiarire. Essendo una nazionale ancora in divenire è difficile sapere o capire chi Blengini schiererà in campo per l’esordio in World League.

Di seguito l’elenco dei convocati:
PALLEGGIATORI: Sbertoli e Giannelli
SCHIACCIATORI: Botto, Randazzo, Antonov e Lanza
OPPOSTI: Vettori e Sabbi
CENTRALI: Piano, Ricci, Buti e Candellaro
 LIBERI: Colaci, Balaso e Pesaresi

1° week end – Pesaro

2/6: ITALIA – Iran ore 23 differita Rai Sport (gara ore 20)
3/6: ITALIA – Polonia ore 14 diretta Rai 2
4/6: ITALIA – Brasile ore 14 diretta Rai 2

 

Riguardo la nazionale femminile, le azzurre sono state impegnate in due amichevoli contro l’Olanda. Il nuovo coach Davide Mazzanti ha avuto la possibilità di testare il nuovo incarico proprio sul campo. Mentre nella prima sfida nonostante il risultato (25-17; 22-25; 25-21; 25-23) le azzurre hanno ceduto nei momenti più difficili, nella seconda sono state protagoniste di una grande prestazione che ha permesso loro di sfatare il tabù delle atlete che si sono mostrate essere le loro bestie nere degli ultimi anni.
Paola Egonu sempre al top, ha siglato 18 punti nel primo incontro, e 20 nel secondo  e si è rivelata molto buona l’intesa con l’alzatrice Malinov. Ottime le prestazioni anche di Folie e Bonfiacio al centro (nella prima uscita sono stati 11 i muri a fine partita), in generale in entrambe le sfide è stato fatto un buon lavoro a muro invece in ricezione si è faticato parecchio.

Dopo domani l’esordio al Torneo di Qualificazione ai Mondiali 2018, in programma a Courtrai (Belgio) dal 31 maggio al 4 giugno.

Di seguito le atlete convocate:

PALLEGGIATRICI: Alessia Orro, Ofelia Malinov
OPPOSTI: Paola Egonu, Indre Sorokaite
SCHIACCIATRICI: Caterina Bosetti, Lucia Bosetti, Anastasia Guerra, Sara Loda
CENTRALI: Cristina Chirichella, Anna Danesi, Raphaela Folie, Sara Bonifacio
LIBERI: Monica De Gennaro, Beatrice Parrocchiale

IL PROGRAMMA:
31/5/2017  ore 15 Spagna-Bielorussia;  17.30 Belgio-Lettonia;  20 Bosnia Erzegovina-Italia
1/6/2017   ore 14 Spagna-Belgio; ore 16.30 Bielorussia-Italia; ore 19 Lettonia-Bosnia Erzegovina
2/6/2017    ore 15 Italia-Lettonia; ore 17.30 Belgio-Bielorussia; ore 20 Bosnia Erzegovina-Spagna
3/6/2017    ore 15 Bielorussia-Lettonia; ore 17.30 Spagna-Italia; ore 20 Belgio-Bosnia Erzegovina
4/6/2017    ore 15 Lettonia-Spagna; ore 17.30 Bosnia Erzegovina-Bielorussia; ore 20 Italia-Belgio

(Foto a cura della Federazione Italiana Pallavolo)

Alberto Incerti

About Alberto Incerti

Alberto nasce a Roma il 14 gennaio 1989. Laureato in Scienze della Comunicazione nel 2014. Appassionato da sempre di sport, ama seguire la Nazionale italiana in "tutte" le discipline. Gioca a pallavolo a livello amatoriale, prima era impegnato anche a livello agonistico. Attivo nel sociale, frequenta la montagna praticando alpinismo.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto