venerdì 17 novembre 2017

Italia-Uruguay 3-0, la Top10 si avvicina

All’Allianz Riviera di Nizza va in scena l’amichevole tra Italia e Uruguay, partita importante per il ranking degli Azzurri. Ventura non scende in campo con i titolarissimi al completo, con le novità Spinazzola e Donnarumma, schierati nel 4-2-4. Match a senso unico dell’Italia, a segno con un’autogol di Gimenez e le reti di Eder e De Rossi su rigore.

A Nizza scende in campo un’Italia parzialmente rimaneggiata, con Donnarumma tra i pali e il bergamasco Spinazzola in fascia a sinistra. Ventura propone il 4-2-4, già sperimentato contro San Marino, ma mai usato in match contro squadre di medio-alto livello.

Il match si apre al 7′ minuto, con un autogol dell’uruguaiano Gimenez, che beffa l’incolpevole Muslera, dopo un tocco del gallo Belotti. Primo tempo che vede subito al 19′ l’uscita dal campo di Claudio Marchisio, per un infortunio muscolare. Azzurri in netta superiorità territoriale per tutta la prima frazione, senza concedere nulla all’attacco bianco-azzurro.

Nel secondo tempo l’Uruguay si sveglia con buone occasioni, ma l’ingresso di El Shaarawy, Eder e Bernardeschi fa cambiare il ritmo alla partita. Dopo una conclusione del faraone, con ottima parata di Muslera, è Eder all’82’, su assist del neo-entrato Gabbiadini, a firmare il raddoppio per l’Italia. In pieno recupero, è ancora El Shaarawy protagonista: subisce fallo da Gimenez in area di rigore, De Rossi si incarica della battuta e chiude i conti.

Nel complesso buona prestazione degli Azzurri; la difesa, capitanata da Bonucci e Barzagli con Darmian e Spinazzola sulle fasce, lavora molto bene. Qualche dubbio sull’attacco, con Belotti e Immobile non ancora al massimo della forma. Ottima prestazione di El Shaarawy ed Eder, subito incisivi dal loro ingresso in campo.

Matteo Zotti

About Matteo Zotti

Matteo nasce a Gorizia il 20 giugno1996. Diplomato al Liceo Scientifico nel 2015, attualmente frequenta la Facoltà di Odontoiatria e Protesi Dentaria all’Università degli Studi di Trieste. Ama tutte le curiosità legate al mondo del calcio. Lo sport non costruisce la personalità: la rivela.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto