venerdì 17 novembre 2017

Under21: o la va o la..Spagna!

Questa sera ci aspetta una difficle prova di carattere e lucidità: di fronte la Spagna per quella che era stata annunciata come la finale dell’Europeo. Non c’è spazio per due: o si vince o siamo fuori dal discorso coppa.

Ancora loro sul nostro cammino; in passato, da quello più remoto della finale di Euro2012 ad Euro 2016 quando fummo noi ad eliminarli, e in futuro quando il 2 settembre ci giocheremo il pass diretto ai prossimi mondiali. Oggi è una sfida che parlerà molto in chiave futuro appunto, perchè tanti talenti impiegati oggi, di entrambi i colori, potranno rivelarsi utili proprio tra un anno (qualificazioni permettendo) in Russia.

“Dovrebbero essere i favoriti – così Di Biagio alla vigilia della sfida di oggi – dovrebbero”.
Mentre quello che dovremmo fare noi, è metterci nella testa che se si vuole vincere l’Europeo, bisogna dimostrare di essere la selezione più forte e cinica del continente e non basta mettere in campo “nomi” pesanti se spogliati di voglia e qualità.
Bisogna continuare a fare sul serio proseguendo il discorso intrapreso con la Germania: senza dare troppi punti di riferimento e senza chiuderci nella nostra metà campo, cosa cui le furie rosse ambiranno sin dal fischio di inizio.

ASSENZE.. Oltre alla vittoria, contro i tedeschi abbiamo ricavato due squalifiche pesanti per l’equilibrio del nostro gioco: Berardi e Conti, titolarissimi fin qui e cui dovremo fare a meno per oggi. Il cittì, sereno, ha detto di avere soluzioni alternative all’altezza e che rispondono ai nomi di Caldara, che dovrebbe farcela dopo un lieve acciacco, e Petagna, nuovamente titolare dopo l’esclusione dalla line up di sabato scorso.

..ASENSIO invece ci sarà nel tridente difensivo completato da Deulofeu e Sandro; un attacco spaventoso che allerterà Rugani e compagni per tutta la durata del match e che dovrebbe impensierire più volte un Donnarumma apparso rilassato in conferenza stampa.. “dovrebbe”.

FORMAZIONI

SPAGNA (4-3-3): Kepa; Bellerin, Merè, Vallejo, Jonny; Saul, M. Llorente, D. Ceballos; Deulofeu, Sandro, Asensio.
All.: Celades.
A disposizione: R. Blanco, Pau; Gaya, R. Hernandez, Gonzalez, Odriozola, D. Suarez, Merino; Oyarzabal, Soler, Mayoral, I. Williams.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Caldara, Rugani, Barreca; Benassi, Gagliardini, Pellegrini; Bernardeschi, Petagna, Chiesa.
All.: Di Biagio
A disposizione: Cragno, Scuffet; Biraschi, Ferrari, Pezzella; Cataldi, Grassi, Locatelli; Cerri, Garritano.
Squalificati: Conti, Berardi.

 

L’ALTRA SFIDA: Alle 18:00 Germania-Inghilterra per l’altra corsia da cui accedere alla finalissima.

 

 

About Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un'opportunità di crescita; gioca a calcio. @Bevilacqua_93

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto