venerdì 17 novembre 2017

Italia destati: c’è Israele

Azzurri a caccia dei tre punti per blindare il discorso playoff: la via più probabile verso Russia 2018 dopo la disfatta del Bernabeu.

Tre gol subiti, tre giorni per incassare il colpo, metabolizzare e tre partite per prendere tutta la posta in gioco in vista dei playoff di qualificazioni ai prossimi campionati del mondo.
Sei punti per garantirci il secondo posto matematicamente anche se potrebbe arrivare già oggi vincendo a Reggio Emilia con contemporaneo ko dell’Albania in Macedonia.
Nove ottobre, data di fine della fase a gironi. A passare saranno le prime 9 mentre le migliori 8 seconde si sfideranno in partite (andata e ritorno) determinate in base al ranking FIFA e ad un sorteggio.

Stasera (20:45, diretta su RaiUno) tocca a Israele confrontarsi con gli undici venturiani, decisi, almeno a parole, a dimenticare in fretta l’assolo spagnolo e dimostrare che sì una sconfitta fuori casa può starci ma a mostrare una reazione di carattere sin dal fischio d’inizio.

FORMAZIONI

Gli interpreti scelti dal CT nel (recidivo?) 4-2-4 sono pressochè gli stessi di sabato ad eccezzione di Bonucci (squalificato) e Spinazzola (infortunato). Ai loro posti più Astori che Rugani e vicino a lui, Conti (al debutto in Nazionale maggiore). A completare la difesa Barzagli e a sinistra Darmian.
Dal centrocampo in su sarà l’ultima Italia vista con Verratti e De Rossi centrali e linea di attacco a quattro composta da Candreva, Insigne, Immobile e Belotti.

ISRAELE che già oggi potrebbe dire matematicamente addio ad un mai sperato mondiale scenderanno in campo con il 4-2-3-1 Glazer; Keltjens, Ben Haim, Tzedek, Davidzada; Ohana, Kabha; Ben Chaim, Cohen, Melikson; Hemed.
Allenatore: Levy

 

Le altre partite del girone G:

Liechtenstein-Spagna

Macedonia – Albania

 

 

 

About Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un'opportunità di crescita; gioca a calcio. @Bevilacqua_93

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto