mercoledì 22 novembre 2017

Convocabili ,Top&flop dopo la quarta giornata

Top: PIETRO PELLEGRI

Foto ”Lagazzettadellosport.it”

Se Patrick Cutrone è giovanissimo, beh, Pietro Pellegri lo è ancora di più. E, a quanto pare, è già un predestinato come il suo collega. La sua storia di fatto è incredibile: a soli sedici anni, sono già tre i goal segnati in Serie A, e ben due di questi nella sfida persa dal suo Genoa contro la Lazio, che lo rendono il più giovane calciatore ad aver mai messo a segno una doppietta nel massimo campionato. Insomma, se il buongiorno si vede dal mattino…

Flop: ALESSIO CERCI

Foto ”Skysport24”

Se pensiamo a non più di tre stagioni fa, ci ricordiamo un Alessio Cerci che sfrecciava sulla fascia destra del Torino, conteso da tutte le big del campionato italiano e non solo, capace di conquistarsi un posto fisso in Nazionale. Oggi, sembra passata una vita. Quel giocatore, forse, non c’è più, andato perdendosi nella grande Madrid del ”calcio che conta” (come lui stesso lo definì). Non ci resta quindi che ”godercelo” nel piccolo (forse mai così piccolo) Hellas Verona, in una stagione che non sembra potergli regalare grosse soddisfazioni.

About Tiziano Saule

Nato a Trieste, Tiziano Saule è studente al liceo. Socievole ma non troppo espansivo, non ama essere al centro dell’ attenzione. Adora scrivere e adora lo sport. In particolare il calcio. Ama praticarlo, guardarlo e commentarlo, unendo così le sue due passioni. Per Tiziano lo sport racconta molto di più di quello che solitamente la gente coglie: porta con sé valori, passioni e rivalità che lo rendono eccezionale.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto