venerdì 17 novembre 2017

Convocabili: top&flop dopo l’ottava giornata

Riprende il campionato dopo la sosta Nazionali che ha tutt’altro che concluso un anno lungo, fatto di cambiamenti, prove, partite decisive e continui cambi di rotta.

Serviranno ancora due sfide (9 o 11/11 l’andata, 12 o 14 il ritorno) che lo si sapesse o no, contro un’avversaria che conosceremo oggi (martedì 17 n.d.r.) tra Svezia, Irlanda, Grecia ed Irlanda del Nord. Vincere e andare ai mondiali in poco più di un mese, dunque, la condicio sine qua non vedremo ancora Ventura sulla panchina azzurra.

Il cittì che si dice tranquillo circa la qualificazione ma sa che deve tenere monitorati i suoi attraverso paramentri precisi che rispondano alle esigenze di minutaggio, prestazione, condizione fisica ed esperienza.

Dall’ultima giornata, scandita da scontri diretti sono emersi due verdetti, confortante il primo almeno quanto preoccupante il secondo, uno top e uno flop, che sveleremo subito.

FLOP

Leonardo Bonucci.
Il difensore del Milan sembra il fratello gemello di chi non più di cinque mesi fa si giocava la Champions League a Cardiff. Ieri nel suo primo derby da capitano rossonero ha inciso negativamente sui due gol in movimento di Icardi: una scivolata in ritardo sul primo e una scelta sbagliata sul secondo mandano a referto l’argentino.

TOP
Ciro Immobile.

Segna due gol alla Juventus e conferma l’ottimo momento di
forma. Il ragazzo cresciuto proprio nel vivaio bianconero è già a quota quindici in stagione. Un’ottima notizia dato anche l’infortunio di Belotti che dovrebbe recuperare tra la fine di questo mese e la prima settimana di novembre e non è detto rientri subito tra i convocati azzurri.

 

 

 

Francesco Bevilacqua

About Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un'opportunità di crescita; gioca a calcio. @Bevilacqua_93

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto