venerdì 17 novembre 2017

Italia, il mondiale è d’obbligo: il giorno della verità.

E’ giunto il grande giorno, questa sera alle ore 20.45 allo stadio Friends Arena di Stoccolma, gli azzurri del c.t. Ventura sfideranno i solidi svedesi.

Lo stadio Friends Arena di Stoccolma

La storia parla chiaro ed i numeri sono a nostro favore, ma occhio a non abbassare la guardia, perché nelle sfide che contano gli svedesi ci hanno sempre fatto soffrire prima di inchinarsi (Risultati precedenti Italia-Svezia: 1-0 Euro 2016, 1-0 amichevole 2009, 1-1 Euro 2004, 2-1 Euro 2000).

Inutile girarci intorno, con l’assenza di Re Ibra i nordici fanno sicuramente meno paura, ma già nei gironi di qualificazione, hanno saputo dimostrare la loro solidità, segnando però anche la terza miglior media di tiri nello specchio di tutte le qualificazioni ai Mondiali di Russia. Fondamentale partire già da stasera con il piede giusto, in quanto un risultato sfavorevole metterebbe i nostri in seria difficoltà nonostante un San Siro gremito li attenda lunedì nella partita di ritorno.

Ma passiamo al campo…

Giallo blu che si presenteranno così al via:

4-4-2: Olsen; Augustinsson-Granqvist- Lindelof- Krafth; Forsberg- Ekdal- Larsson- Claesson; Berg-Toivonen. All. Jan Andersson.

A parte gli “Italiani” ( o ex) Krafth ed Ekdal, un occhio sul centrale difensivo Lindelof. Classe 1994 acquistato in estate dal Manchester United (versando 35 milioni più 10 di bonus al Benfica), non sta disputando un buon campionato da subentrato tra le fila dei Red Devils  ma di qualità ne ha da vendere e speriamo non le dimostri proprio questa sera. Occhio anche a Toivonen, attaccante del Tolosa, con la sua fisicità potrebbe mettere in difficoltà la nostra BBC, che non sta vivendo il suo miglior momento.

Di seguito gli azzurri:

3-5-2: Buffon; Chiellini- Bonucci-Barzagli; Darmian- De Rossi- Verratti- Parolo- Candreva; Immobile- Belotti. All. Giampiero Ventura. 

Ciro Immobile, l’Italia ha bisogno dei suoi gol per andare in Russia

Guai in attacco per Ventura, che aveva puntato su Simone Zaza. Si farà di tutto per recuperarlo fino all’ultimo e schierarlo al fianco del bomber per eccellenza Ciro Immobile, ma se non dovesse farcela, sarà il Gallo Belotti a fare a sportellate con i giganti svedesi. Confermato dunque il 3-5-2 della vigilia, con l’usato sicuro della BBC in difesa. Spinazzola ai box per un guaio fisico, a sinistra Darmian. In caso di presenza da titolare, Daniele de Rossi supererà le presenze in nazionale di Andrea Pirlo. Chiavi del centrocampo in mano al folletto del PSG Marco Verratti, che ha bisogno di una grande prova per riscattarsi dal grigiume degli ultimi match in azzurro. Coppia ex Lazio invece nella parte destra del centrocampo, con un Candreva in buona forma pronto a servire le punte.

 

Non c’è da attendere, andiamo a prenderci questo mondiale. Ore 20.45 Rai Uno. Forza Azzurri.

 

di Simone Frigeri

 

About Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Trieste. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto