mercoledì 22 novembre 2017

Verso Svezia-Italia: la vigilia

Azzurri in volo verso Stoccolma. I dubbi di Ventura, le parole di Buffon, i forfait di Zaza e Spinazzola. 

Chissà che aria si respira nel volo diretto Firenze-Stoccolma. Ne devono avere di pressione, i ragazzi. E come potrebbe essere altrimenti, quando ti giochi l’accesso a un Mondiale. Il torneo dei tornei, il sogno di una vita, un punto di arrivo. Giusto per fare qualche nome, calciatori del calibro di Ryan Giggs, George Weah ed Eric Cantona non vi hanno mai preso parte. Poi c’è chi, al contrario, ne ha già  visti cinque e, qualificandosi, parteciperebbe al sesto: Gigi Buffon. Sarebbe il primo di sempre.

Proprio il capitano, ieri, si è espresso ai microfoni della Rai: “L’esuberanza che poteva sembrare irriverenza ha lasciato il posto alla consapevolezza. Se me lo chiedevi 20 anni fa avrei risposto: ‘Siamo già al mondiale’ ora dico: ‘Stiamo lavorando per andarci’.
Già, la consapevolezza. La consapevolezza che nulla va dato per scontato, anche se ti danno per favorito, anche se porti orgogliosamente 4 stelle al petto, anche se non manchi l’appuntamento dal 1958.

Da grande protagonista, a grande assente: Simone Zaza

Per scacciare i fantasmi, Ventura si affiderà presumibilmente al 3-5-2, modulo da qualche mese abbandonato e rispolverato per l’occasione. La probabile formazione prevederebbe naturalmente Buffon tra i pali, coperto dalla BBC riunita. A centrocampo Verratti dovrebbe tornare a fare l’interno con De Rossi e Parolo. Esterni Candreva e Darmian. In attacco Immobile e Belotti.

Eh sì, perché la notizia del giorno è il forfait di Simone Zaza, che pare aver patito il riacutizzarsi di un fastidio al ginocchio, che dovrebbe così tenerlo fuori per la gara di andata. Indisponibile anche Spinazzola, a causa di un affaticamento muscolare.

Gli azzurri atterreranno a Stoccolma attorno alle 19.20. Sopralluogo alla Friends Arena per le 19.45. Conferenza stampa del cittì per le 20.

 

Nicola Zovi

About Nicola Zovi

Nicola Zovi nasce a Belluno il 6 luglio 1993. Conseguita nel 2012 la maturità classica, si iscrive alla facoltà di giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Trieste. Ama infinitamente lo sport, raccontarlo e farselo raccontare. Giocatore di basket, nutre una passione sconfinata per il calcio.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto