domenica 25 febbraio 2018
PYEONGCHANG 2018

Domiziana Cavanna, sincronetta della Nazionale: ” Stiamo lavorando per arrivare al massimo agli Europei”

Domiziana Cavanna, sincronetta classe 1995, ha già preso parte ai Mondiali juniores nel 2012, chiudendo settima con la squadra, e ai Campionati europei juniores nel 2013, dove è arrivata quarta sempre nella stessa categoria.  Proprio l’anno scorso a Budapest ha partecipato ai suoi primi Mondiali da senior, dove ha portato a casa nel libero della squadra il quinto posto, mentre nel libero combinato il quarto.  Si racconta in questa intervista una ragazza giovane, ma con le idee chiare e tanti obiettivi da raggiungere con lavoro e fatica.

Quali sono gli obiettivi di questa stagione?
“Quest’anno l’appuntamento più importante saranno gli Europei di Glasgow ad agosto. Il mio obiettivo sarà partecipare e dare il meglio con la squadra. Stiamo lavorando per poter arrivare al massimo della forma a questa gara e penso che abbiamo molte potenzialità per raggiungere un ottimo risultato.”

Quali sono gli appuntamenti e impegni di quest’anno?

“Oltre al grande impegno citato in precedenza, ci saranno i due Campionati italiani assoluti dove gareggerò con la squadra del gruppo sportivo della Polizia di Stato. Durante il corso dell’anno agonistico ci saranno delle gare internazionali che potrebbero avvalersi come test pre-europeo, a cui però non sappiamo ancora se parteciperemo”.

Come ti trovi a collaborare con la nazionale? Com’è il gruppo?

“Siamo un gruppo stupendo: una grande famiglia. Mi trovo bene con tutte le mie compagne, durante gli allenamenti può succedere che avvengano qualche battibecco, ma poi tutto torna alla normalità. Viviamo insieme quasi 20 giorni al mese e con alcune di queste ragazze lavoro da quando sono in nazionale giovanile, mentre altre ho imparato a conoscerle con il passare dei giorni. Sono molto contenta del bellissimo team che si è creato”.

Da chi è composto lo staff che vi segue?

“Nello staff sono presenti molte figure importanti: partiamo dal CT Patrizia Giallombardo, dalle allenatrici Roberta Farinelli, Yumiko Tomomatsu, Rossella Pibiri, Anastasia Ermakova, Giovanna Burlando e Rossana Rocci, fino all’allenatore del nuoto Maurizio Divano, ai preparatori atletici Annabella Cinti, Adolfo Lampronti e Mirko Ferrari, ai preparatori dell’apnea Alessandro Vergendo e Rosarita Gagliardi. Ci seguono anche il medico Gianfranco Colombo e le due fisioterapiste Sara Lupo e Nadia Rocca. Le nostre allenatrici hanno caratteri e modi di lavorare divers,i ma da ognuna di loro ho imparato tanto e non smetterò mai di ringraziarle”.

Quali sacrifici deve fare un’atleta di alto livello?

“Come tutti gli atleti di alto livello, i sacrifici sono tanti. Ci alleniamo 9 ore al giorno e già da questo si capisce che il tempo libero è molto poco. Come molti sport durante la settimana svolgiamo doppi allenamenti, che iniziano molto presto la mattina e terminano la sera. Bisogna rinunciare a molte cose: nel periodo dell’adolescenza è difficile vedere i tuoi amici che si divertono e tu che passi il tuo tempo in piscina, ma i sacrifici vengono sempre ripagati e sono contenta di aver intrapreso questo percorso”

Come ti vedi fra qualche anno?

“Fra qualche anno probabilmente mi vedrò a fare l’allenatrice di nuoto sincronizzato: ho incontrato molte persone che mi hanno detto che mi ci vedrebbero bene in questa veste e sarebbe una bella opportunità per tramandare alle nuove generazioni tutto ciò che ho imparato nel corso degli anni. Il mio sogno sarebbe conseguire la laurea in fisioterapia, ma quello purtroppo è da rimandare a quando mi ritirerò”.

I tuoi pregi e i tuoi difetti

È molto difficile questa domanda. Partiamo dai difetti, sono una ragazza molto testarda che in un modo o in un altro deve raggiungere ogni obiettivo che mi sono prefissata. Dico spesso le cose come stanno e non mi trattengo mai nulla, parlo tanto e non saprei se definirlo un pregio o un difetto. Spesso le mie compagne mi dicono: “Domiziana se non esistessi dovrebbero inventarti”. Riesco a sdrammatizzare sempre in ogni situazione, faccio molte battute e quindi credo che uno dei miei pregi sia di essere una ragazza molto simpatica e solare”.

Sei nel gruppo sportivo delle Fiamme Oro, parlaci di questa esperienza

“Essere nel gruppo sportivo della Polizia di Stato è un grandissimo privilegio e un onore. Da quando sono entrata nelle Fiamme Oro mi sono resa conto di aver fatto un salto nel mondo dei grandi, e da lì sono diventata più responsabile e attenta a tutto ciò che compio. Sono riuscita a far diventare la mia passione il mio lavoro e per questo che non finisco mai di ringraziarli per la bellissima opportunità che mi hanno dato”.

Com’è formata la tua routine di allenamento?

“La mia giornata inizia molto presto, gli allenamenti partono dalle 7 e mezza del mattino e durano fino alle 13. Durante queste ore pratichiamo una seduta di palestra di circa un’ora/un’ora e mezza e poi il resto del tempo in piscina. Abbiamo una pausa pranzo di circa un’oretta, dove riesco sia a mangiare che a riposarmi. Durante le ore in acqua eseguiamo diversi esercizi per poter svolgere al meglio il nostro balletto in gara. Al pomeriggio altre 3/4 ore passate spesso in piscina e terminiamo nel tardo pomeriggio. Dopodiché vado a casa, cena e poi finalmente a letto”.

Cosa pensi del nuoto sincronizzato in Italia?

“Per il momento il nuoto sincronizzato è considerato uno sport minore, però durante il corso degli ultimi anni è stato reso più visibile grazie a programmi, come “Vite in apnea” o “Tu si que vales “, e altre comparse in televisione o in radio. L’unico modo per pubblicizzare questo sport è passare attraverso le reti mediatiche e tramite i social network”.

Un grazie speciale a Domiziana Cavanna per la gentilezza e disponibilità e per aver fornito queste belle foto. In bocca al lupo per il tuo futuro.

About Eleonora Baroni

Eleonora Baroni nasce a Correggio il 13 agosto del 1995. Diplomata al Liceo Classico nel 2014, ora frequenta la Facoltà di Lingue e Culture per l'Editoria all’Università degli Studi di Verona. Ama quasi tutti gli sport e li segue con passione, fin da quando era una bambina. Segue con attenzione scherma, tuffi e nuoto.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto
Close