Azzurri: speciale mercato

Con la Confederations Cup ormai alle spalle, c’è chi parte e chi ha deciso di rimanere nello stesso club, pronto a giocarsi un posto per il Brasile

Cassano quest’estate è passato dall’Inter al Parma (www.lapresse.it)

L’obiettivo non annunciato per gli azzurri è quello di ottenere la convocazione del C.T. Prandelli ai mondiali del prossimo anno e per raggiungerlo bisogna presentarsi tirati, lucidi e pronti alla chiamata dal proprio club già a partire dai vari ritiri e/o tournée che in questi giorni, e fino all’inizio del campionato impegneranno le squadre di tutti i tornei professionistici.
C’è chi sceglie di rimanere nella stessa squadra, chi guarda altrove con già le valigie pronte trepidante per una nuova avventura che si spera dia soddisfazioni e con il club e con la nazionale.
Perché questo è il campionato decisivo per il mister, per studiare convocabili ed avversari prima del torneo che si preannuncia il più colorato del mondo. C’è – dicevamo- chi resta nel proprio club, chi invece sceglie una squadra diversa, forse più prestigiosa, per trovare maggior visibilità in campo internazionale, forse più modesta, ma per mettersi in mostra alla stessa maniera.
Li abbiamo seguiti ed ecco le situazione di trentatrè azzurri che la prossima primavera lasceranno il telefono acceso in attesa di una chiamata importante ed un biglietto per Rio.

Buffon: Gigi nazionale non molla la fascia da capitano della sua Juve e dal ritiro negli Stati Uniti fa sapere di essere ancora affamato di vittorie sia in Italia, sia in Europa..aspettando il mondo.
Marchetti: il numero 1 della Lazio che qualche mese fa sembrava essere vicino al Milan non sembra intenzionato a lasciare i biancocelesti; non dovrebbero esserci colpi di scena da qui fino al due settembre (data di chiusura del calciomercato).
Sirigu: fresco di vittoria nella Ligue an, non è intenzionato a cedere il suo posto: sarà una stagione decisiva per lui e per il PSG soprattutto in Champions League.
Abate: il difensore è richiestissimo; si è parlato di Fiorentina, Napoli, Arsenal e soprattutto di PSG che avrebbe fatto dei sondaggi sul milanista, finora niente di ufficiale però.
Astori: negli ultimi mesi il difensore del Cagliari è stato avvicinato al Milan, al Napoli ed al Southampton ma nelle ultime ore si è fatto avanti il Manchester City che ha perso Nastasic per un infortunio; Cellino per ora valuta il suo difensore 4 milioni di euro, se il City andrà incontro a questa richiesta otterrà il cartellino del numero 4 azzurro.
Barzagli: lo juventino si è appena sposato con l’ex modella Maddalena Nullo con la quale ha già avuto due figli, sarà una dolce estate per lui, resterà sicuramente alla Juventus così come Bonucci e Chiellini, pilastri fondamentali nel 3-4-1-2 di Conte.
De Sciglio: è pronto a crescere nel Milan con tutta probabilità con la maglia da titolare nella difesa rossonera.
Maggio: era stato accostato all’Inter, forse per il legame con il neoallenatore nerazzurro Walter Mazzarri; per il momento però, oltre ad un interesse non ci sono sviluppi, probabilmente resterà a napoli.
Aquilani: è al centro del progetto di Montella, la sua Fiorentina è la squadra forse più attiva dopo il Napoli sul mercato, sorprese assicurate in campionato quest’anno.
Candreva: dopo l’ottima Confederations Cup, s’era fatto avanti il Napoli di Benitez e il Manchester United; il rifiuto del rinnovo del contratto del giocatore da parte della Lazio (il centrocampista vorrebbe un aumento dello stipendio) lascia pensare ad una possibile partenza, più plausibilmente in Italia.
Cerci: il giocatore del Torino piace molto a Milan e Napoli, si aspettano le molle che possono far scattare l’operazione (ad esempio l’arrivo del centrocampista al Milan è legata alla partenza di Robinho).
De Rossi: in nazionale dà e ottiene il massimo quando è al top, una stagione non troppo brillante a Roma lo avrebbe allontanato dal club; niente di ufficiale per ora ma Manchester City, Real Madrid e Chelsea stanno all’erta.
Diamanti: prima l’Inter, poi la Juve il giocatore interessa ad entrambe le società mentre Bologna lo vorrebbe ancora in rossoblù.
Marchisio: s’era fatto avanti il Monaco ma la Juve è tutt’altro che intenzionata a cedere il suo numero 8, a giorni infatti verrà ridefinito il suo contratto.
Montolivo: il neo capitano del Milan non è sul mercato, Allegri fa affidamento su di lui per lanciare la stagione dei rossoneri in Italia ed in Europa.
Pirlo: il suo contratto scade nel 2014 e voci dalla Spagna fanno pensare ad un serio interesse del Real Madrid, pronto a mettere sul piatto 10mln.. per chiunque privarsi di Pirlo sarebbe pura follia.
Balotelli: punta inamovibile del Milan, non è sul mercato.
El Shaarawy: la prestazione in ombra in Brasile lo avrebbe allontanato dallo spogliatoio rossonero ma Allegri lo vuole, sarà la stagione del riscatto.
Gilardino: pochi giorni fa è saltato lo scambio con Borriello dalla Roma, non è detto che le due società non si incontrino prima della chiusura del mercato; il bomber rossoblù era entrato nel mirino anche dell’Inter a inizio estate ma si è trattato solo di un sondaggio.
Giovinco: in attesa del rinnovo con la Juve, il numero 10 della Nazionale lotta con i compagni per un posto da titolare nella prossima stagione, molti si aspettano l’”esplosione” definitiva della formica atomica”.

GLI ALTRI azzurri, che non hanno partecipato alla Confederations cup ma che vogliono diventare protagonisti nel prossimo mondiale sono anch’essi oggetto di scambio di molti club; in sintesi
Ranocchia: possibile approdo al Napoli dall’Inter, tutto ancora da definire
Ogbonna: affare tutto torinese; l’ex difensore del Torino dalla prossima stagione giocherà con i campioni d’Italia della Juve
Verratti: dopo l’interesse della Fiorentina è stato blindato dal suo club in Francia; il PSG avrà il suo cartellino fino al 2018.
Poli: dalla Samp passa al Milan, è il suo momento
Immobile: nuova maglia per lui, passa dal Genoa al Torino.
Borini: dopo un eccellente Europeo con l’Under21 (2° posto) è il profilo giusto che la Lazio ricerca in un attaccante per un vice Klose.. ma il Liverpool non lo lascerà andare via per meno di 15 milioni.
Destro: ci si aspetta molto da lui alla Roma quest’anno; resterà nella capitale per la seconda stagione in giallorosso
Pazzini: i sei mesi di stop per infortunio gli hanno precluso il torneo in Brasile, l’attaccante rossonero sta recuperando per tornare al top al Milan e in azzurro.
Cassano: nuova vita per fantantonio, dall’Inter al Parma per dare esperienza agli emiliani e per prendersi il mondiale.
Rossi: ha recuperato da un brutto infortunio, ora è pronto per far volare la Fiorentina e per una chiamata di Prandelli.
Insigne
: a Napoli ha trovato la sua casa, vedremo se Benitez saprà gestirlo al meglio con Higuain.

La sessione estiva del mercato terminerà venerdì 2 settembre, il campionato partirà invece il 24 agosto, pronti?

Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un'opportunità di crescita; gioca a calcio. @Bevilacqua_93