Balotelli a Brescia: ritorno in azzurro?

Tutte le storie sono figlie di una fantasia, anche quelle più semplici, e non fanno eccezione quelle di calcio. Balotelli con la maglia del Brescia è l’ultima fantasia di mercato. E in questi giorni pare proprio che si stia realizzando, baciata dal sì del giocatore: qui proviamo a spiegarvi perchè non sarebbe proprio una cattiva idea.

SERIE A – Il ritorno di Supermario in Serie A lo rimetterebbe finalmente in seria competizione con molti validissimi attaccanti e difensori sparsi più o meno in ogni squadra. È questo infatti, il palcoscenico giusto per permettere a Mancini di calibrare il vero valore di Balotelli in vista di Euro 2020.

CASA – Balo a Brescia è cresciuto, qui ha affetti ed amicizie e fare la differenza per una città che ti ha dato tanto, vale un po’ di più.

FLAMENGO – L’alternativa si chiama Flamengo, fuori dai radar e dai livelli che gli permetterebbero di giocarsi l’ultimo europeo. La scelta di Rio, che Mario sa essere punto di non ritorno, sarebbe viziata da un lauto ingaggio e dal desiderio di scappare dal (pre)giudizio mediatico che ha da sempre accompagnato ogni partita di MB49.

CELLINO – Il patron del Brescia lo vuole, ma dovrà convincere l’attaccante a ridimensionarsi l’ingaggio perchè la cifra “monstre” che percepiva in Francia (4 milioni in 6 mesi) non è nelle possibilità dei biancoblù. La strada per la piena maturità a volte passa per un bagno di umiltà. E certi azzurri (quello Nazionale, ad esempio), per altrettante sfumature di cielo.

Che sia lo stesso delle Rondinelle?

Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un'opportunità di crescita; gioca a calcio. @Bevilacqua_93