Bulgaria-Italia, un pari in chiaroscuro

Esordio parecchio complicato per l’ Italia di Cesare Prandelli, molto rinnovata rispetto a quella vista nella finale persa in malo modo agli Europei.

bulgaria-italia (sport mediaset)

LA DOCCIA FREDDA

Italia molto imballata quella scesa in campo contro la Bulgaria, che dopo pochi minuti incassa di fatto lo svantaggio, su goal di Manolev, sicuramente facilitato da una difesa non impeccabile ma più in generale dall’intero organico azzurro, entrato in campo con un atteggiamento non adatto ad affrontare un match internazionale.

OSVALDO, CHE REAZIONE!

Spesso nel calcio non segna chi gioca meglio. È il caso dell’Italia, aiutata da una buona dose di fortuna, non solo nel trovare prima il pareggio e poi il vantaggio  con due reti dell’oriundo Osvaldo, aiutato nel caso del secondo goal da un difensore Bulgaro, che ha deviato il pallone in rete. L’attaccante della Roma è stata una delle poche note positive del primo tempo.

UNA RIPRESA DI SOFFERENZA

Le difficoltà iniziali si ripresentano purtroppo nel momento cruciale della partita. La nazionale azzurra perde infatti la bussola e va nettamente in difficoltà sotto i colpi bulgari, subendo di fatto l’inevitabile pareggio a metà frazione, per mano di Milanov. Nel finale c’è tempo solo per un paio di timidi tentativi Italiani con Destro e Marchisio, il primo all’esordio con la maglia della nazionale.

ITALIA, UN PUNTO DA NON BUTTARE

Una Bulgaria nettamente più in palla ha messo in serie difficoltà la banda di Cesare Prandelli, che allo stadio ‘Vasil Levski’ di Sofia ha potuto constatare una cattiva condizione fisica dei suoi calciatori, chiaramente imballati. Per questa ragione la nazionale porta a casa un punto assolutamente non da buttare, almeno per come si erano messe le cose.

Tiziano Saule

Nato a Trieste, Tiziano Saule è studente al liceo. Socievole ma non troppo espansivo, non ama essere al centro dell’ attenzione. Adora scrivere e adora lo sport. In particolare il calcio. Ama praticarlo, guardarlo e commentarlo, unendo così le sue due passioni. Per Tiziano lo sport racconta molto di più di quello che solitamente la gente coglie: porta con sé valori, passioni e rivalità che lo rendono eccezionale.