Ciclone Italia sul piccolo Liechtenstein.

Ciclone Italia sul piccolo Liechtenstein.

26 Marzo 2019 0 Di Nicola Zovi

Ne avevamo bisogno, ne avevano bisogno i ragazzi. Al Tardini di Parma finisce 6-0 contro un avversario che – diciamocelo – definire modesto suona come un eufemismo ma che, di fatto, non si avvicina mai all’area di Sirigu e soffre le folate azzurre per tutti i 90 minuti. Ci è piaciuta la voglia di mordere il match dal primo secondo e il desiderio, costante, di aggiornare il tabellino. Perché puoi anche avere il Liechtenstein davanti, ma i gol non si fanno da soli e nel calcio mai dire mai.

Vinciamo, anzi, stravinciamo e lo facciamo con i gol dei più giovani e del più vecchio. Aldilà della marcatura di Verratti (a segno dopo 7 anni) e di Pavoletti (gol al primo pallone giocato nel giorno del debutto), ci esalta la doppietta di Quagliarella su rigore e il secondo gol consecutivo di Kean. Record per entrambi, perché se Fabio è il più vecchio marcatore di sempre in azzurro, Moise è il più giovane goleador italiano a segnare in due partite in fila. Passato presente e futuro che si incrociano, dunque, per costruire insieme la Nazionale che verrà. Presto per trarre conclusioni, certo, ma se ci aggiungiamo il fatto che under 17 e under 19 azzurri hanno staccato proprio oggi il pass per gli europei di categoria, beh, una boccata di ossigeno sentiamo di potercela prendere. 

Così il CT Mancini, ai microfoni RAI:

Risultato scontato ma era importante la concentrazione per giocare e far dei gol come fosse una partita vera. Spero che gli esordienti rimangano. Balotelli? Non ho letto il tweet, Balo non è un problema, non deve rimanerci male, purtroppo non si può piacere a tutti.

Poi, l’MVP di giornata, Fabio Quagliarella:

Devo dire grazie ai compagni, serata stupenda con un pubblico stupendo. Porterò questi ricordi nel cuore. Non sento i 36 anni, sto bene. Grazie anche a Jorginho e Bonucci per avermi lasciato i rigori, gesto stupendo. Primi del girone? Siamo l’Italia e questo è il passo che dobbiamo tenere. Siamo giovani e forti, miglioreremo.

La situazione nel girone:

Il tabellino:

Italia-Liechtenstein 6-0

Marcatori: 17′ Sensi (I), 32′ Verratti (I), 35′ rigore Quagliarella (I), 45+3′ rigore Quagliarella (I), 25′ st Kean (I), 30′ st Pavoletti (I).

Italia: Sirigu; Mancini, Bonucci (dal 35′ st Izzo), Romagnoli, Spinazzola; Sensi, Jorginho (dal 13′ st Zaniolo), Verratti; Politano, Quagliarella (dal 27′ st Pavoletti), Kean. Ct Mancini.

Liechtenstein: B. Buchel; S. Wolfinger, Kaufmann, Hofer, Goppel; Sele (dal 1′ st Malin), Polverino, Wieser, Kuhne (dal 24′ st Meier); Hasler, Salanovic (dal 37′ st M. Buchel). Ct Kolvidsson.

Arbitro: Levnikov (Rus).

Ammoniti: 34′ Hasler (L), 45+2′ st Izzo (I).

Espulsi: 45+2′ Kaufmann (L).

di Nicola Zovi