Advertisements

Città mondiali: Salvador De Bahia

Ancora una tappa fra le città che ospiteranno le partite della Coppa del Mondo 2014 in Brasile.Un tuffo nella capitale dello stato di Salvador.

viaggi-low-coast.it

São Salvador da Bahia de Todos os Santos, ecco il nome completo di questa splendida città, la terza per numero di abitanti, dietro a Rio de Janeiro e San Paolo, nonché la maggior città del nord-est del Brasile. Fu la prima città del nuovo Mondo (Sud America), dopo l’approdo di Pedro Alvares Cabral ed in seguito di Amerigo Vespucci nel 1501. Fondata dal governatore Tomè de Sousa nel 1549, è stata la capitale del Brasile fino al 1763, sostituita poi da Rio de Janeiro e da Brasilia in tempi più recenti. La più grande risorsa di Salvador proviene dal terziario ed è il turismo. Ben sviluppata è l’agricoltura, così come il manifatturiero e importanti sono diventati dei recenti giacimenti petroliferi. Da sottolineare l’elevatissimo numero di chiese presenti in città (ben 365) e le 29 ricorrenze ufficiali in un anno (più di 2 al mese), che rendono gli abitanti di Salvador una delle popolazioni più festose del mondo.

CLIMA

Posizionata a 8 metri sopra il livello del mare, Salvador è caratterizzata da un clima tropicale ed è una delle città più piovese del Brasile. La temperatura massima raggiunta nella storia è di 37 gradi, mentre la minima è di 15 gradi. Ricorrenti sono le pioggie, molto brevi ma numerose ed intense durante l’anno (media di 199 giorni all’anno di pioggia). Nel periodo della competizione mondiale (giugno-luglio), su 61 giorni, le statistiche parlano di possibili 42 giorni piovosi, mentre la temperatura si aggirerà tra una minima di 21 gradi ed una massima di 28. Umidità molto elevata che nelle serate può avvicinarsi al 100%.

LO STADIO E LE PARTITE

Il Complexo Esportivo Cultural Professor Octávio Mangabeira, noto anche con il nome di Itaipava Arena Fonte Nova , è uno stadio che risale al 1951, demolito nel 2010 e ricostruito per i Mondiali del 2014. Già utilizzato per la Confederations Cup del 2013 (ospitando Brasile-Italia), consta di 48.747 posti a sedere e 55.000 totali. Inizialmente le spese previste per la ricostruzione dello stadio dovevano essere di 227 milioni di euro, poi lievitate di 15 milioni circa prima di ultimare i lavori e sarà utilizzato anche per le partite di calcio durante le olimpiadi del 2016.

radiobrasile.blogspot.it

Saranno sei gli appuntamenti che si terranno in questo stadio: 13/06 Spagna-Olanda, 16/06 Germania-Portogallo, 20/06 Svizzera-Francia, 25/06 Bosnia-Iran, 1/07 ottavi di finale prima girone H contro seconda girone G ed infine 5/07 una partita dei quarti di finale.

di Simone Frigeri

 

 

 

Advertisements

Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, laureato triennale in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali all’Università di Trieste. Prosegue il percorso di studi conseguendo la laurea magistrale in Gestione del Lavoro e Comunicazione per le Organizzazioni presso la facoltà di Scienze Politiche dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.