Advertisements

Conte, buona la prima

E’ decisamente positivo l’esordio del nuovo ct Antonio Conte sulla panchina azzurra. Davanti al San Nicola di Bari, si vede un’Italia a tratti spavillante e nel complesso molto compatta. Il lavoro di Conte insomma, si vede già.

Foto ”Sportmediaset.it”

Inizio col botto. Uno, due, tre e gli azzurri passano subito in vantaggio, con un gran gol di Ciro Immobile, galvanizzato dalla nuova esperienza tedesca. Ma non finisce qui. Passano solo pochi minuti e questa volta è Zaza a trovare lo spunto, facendosi atterrare in area da Martins Indi (poi espulso) e conquistando un rigore che capitan De Rossi realizza senza problemi.

Da qui una lunga e tranquilla gestione del match, vista anche l’inferiorità numerica degli olandesi, svogliati ed incapaci di partire in contropiede.

DNA Conte. Il 3-5-2, divenuto un marchio di fabbrica nella Juventus, sembra poter essere la base del progetto azzurro ed il nuovo ct non ha perso l’occasione di dimostrarlo. Non a caso è arrivata l’esclusione di Balotelli, ritenuto probabilmente non congruo ad un progetto basato sulla serietà ed all’unità del gruppo, caratteristiche di base della Juve di Conte.

Si è vista inoltre, una squadra concentrata per novanta minuti, che non ha mai abbassato l’attenzione difensiva e non ha mai mancato di pressare il portatore  di palla avversario.

L’Italia sembrerebbe aver finalmente trovato l’uomo giusto per ripartire, ma è ancora presto per cantar vittoria.

Advertisements

Tiziano Saule

Nato a Trieste, Tiziano Saule è studente al liceo. Socievole ma non troppo espansivo, non ama essere al centro dell’ attenzione. Adora scrivere e adora lo sport. In particolare il calcio. Ama praticarlo, guardarlo e commentarlo, unendo così le sue due passioni. Per Tiziano lo sport racconta molto di più di quello che solitamente la gente coglie: porta con sé valori, passioni e rivalità che lo rendono eccezionale.