Convocabili: chi sale e chi scende

 

E’ giunta a termine anche la decima giornata di campionato che ha visto nel giro di poche partite la grinta del Napoli, la superbia della Roma – puntualmente pagata – e i nervi saldi della Juve capace di tornare da sola in vetta dopo la carambolesca sconfitta contro il Genoa. A due settimane dall’impegno della Nazionale a Milano contro la Croazia vediamo chi ha messo più in difficoltà Conte in vista delle prossime convocazioni.

TOP 3

Lorenzo Insigne (Napoli)

eurosport.it

Ispiratissimo nella partita contro la Roma, si muove bene fra le linee e il tocco a servire gli attaccanti ricordano quelli di Cassano. Gioca una partita degna del suo livello e forse una la migliore della sua carriera, si crea spazi con dribbling notevoli: una buona notizia per Conte che difficilmente potrà ignorare questo talento.

Luca Rizzo (Sampdoria)

sampdorianews.net

Realizza il suo primo goal in serie A, il centrocampista classe 1992 ha i numeri per giocare su ambedue le corsie di destra e sinistra. A segno dopo un dribbling in rapidità contro la Fiorentina, è un ragazzo da tenere d’occhio: sei partite e una rete nella Sampdoria quest’anno; non vanta presenze in Nazionale ma il tempo e le statistiche di gioco sono dalla sua.

Paolo De Ceglie (Parma)

interlive.it

Il terzino sinistro del Parma classe 1986 mette a segno una doppietta pesantissima per la sua squadra. Cresciuto nella Juventus, è approdato nel capoluogo emiliano quest’anno dopo una breve parentesi a Genoa. Pochi “gettoni” Nazionale per lui, ma l’involuzione di De Sciglio e Abate potrebbero ritagliargli qualche spazio.

 

FLOP 3

Andrea Ranocchia (Inter)

lettera43.it

Il neo capitano nerazzurro fatica ad avere una continuità di un certo livello; fuori ruolo nel secondo tempo per “necessità” da cui non nasce di certo una sua virtù. Lento nei movimenti e troppo audace quando si spinge in avanti lasciando spazi all’ispirato De Ceglie; non un buon momento per lui e la sua Inter.

Ignazio Abate (Milan)

milannews.it

Sua la responsabilità sul raddoppio del Palermo: perde un delicatissimo pallone sulla trequarti campo che costano una sconfitta casalinga al Milan di cui è capitano, ha visto anche lui tempi migliori.

Francesco Totti (Roma)

urbanpost.it

Un puro caso che i peggiori della giornata siano tre capitani; causa i tantissimi minuti in cui è stato impiegato in questa stagione, Totti non riesce a gestire al meglio le palle che gli vengono servire; non riesce mai ad innescare Gervinho e compagni. Gioca 65′ non da lui.

 

 

 

(immagine in evidenza lascommessasportiva.it)

 

 

 

Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un'opportunità di crescita; gioca a calcio. @Bevilacqua_93