Convocabili, Top&flop dopo la seconda giornata

Top: DOMENICO BERARDI

Foto da ”Facebook.com”

La scorsa stagione, Domenico Berardi ci mise ben 21 partite per arrivare a quota due goal in campionato, disputando forse la sua peggior annata in Serie A e toccando il punto più basso della carriera. Il Sassuolo rischiò la retrocessione (e ci pensò il suo compagno Politano a tenerlo a galla), la Nazionale era un miraggio. Oggi, però, qualcosa sembra finalmente esser cambiato: due centri in due partite, contro Inter e Cagliari non sono certo un caso. Difficile dire se questo possa essere l’anno della definitiva svolta, ma quel che è certo è che sia De Zerbi che Mancini ci sperino vivamente: uno come lui non nasce ogni giorno.

Flop: RICCARDO MONTOLIVO

Foto da ”Facebook.com”

Paradossale è invece la situazione di Riccardo Montolivo, passato in due anni da essere capitano del Milan ad essere poco più che un fuori rosa. I motivi di una scelta così drastica non sono chiari, ed è ancora più incomprensibile il perché non si sia lavorato per un trasferimento o una rescissione. Non fa certo piacere vedere in queste condizioni un giocatore che tutto sommato, ha dato tanto anche alla maglia azzurra.

Tiziano Saule

Nato a Trieste, Tiziano Saule è studente al liceo. Socievole ma non troppo espansivo, non ama essere al centro dell’ attenzione. Adora scrivere e adora lo sport. In particolare il calcio. Ama praticarlo, guardarlo e commentarlo, unendo così le sue due passioni. Per Tiziano lo sport racconta molto di più di quello che solitamente la gente coglie: porta con sé valori, passioni e rivalità che lo rendono eccezionale.