Advertisements

Convocabili, Top&flop dopo la tredicesima giornata

La Juventus è il solito rullo, e stacca ancora un Napoli che fatica a tenere il suo passo; Lazio e Milan si annullano nello scontro diretto, così come Genoa e Samp che pareggiano nel derby della ”Lanterna”. Ma vediamo i Top&flop dopo la tredicesima giornata di Serie A.

Top: FABIO QUAGLIARELLA

Foto da ”Facebook.com”

Passano gli anni, cambiano le squadre e gli avversari, ma Fabio Quagliarella continua ad essere uno dei centravanti più prolifici del nostro campionato. Dati alla mano, meriterebbe più di altri un posto in Nazionale, ma il fattore anagrafico non può che penalizzarlo, almeno sulla carta.

Nel derby col Genoa è arrivato l’ennesimo gol pesante di una carriera oramai fantastica: uno come lui (ma perché non proprio lui?), farebbe più che comodo al dottor Mancini, ancora alla ricerca di una cura al ”mal da gol” della Nazionale azzurra.

Flop: GIACOMO BONAVENTURA

Foto da ”Facebook.com”

La fortuna è cieca, ma la sfortuna ci vede benissimo.

E’ proprio il caso di Jack Bonaventura, centrocampista del Milan, che dopo un ottimo inizio di campionato tra gol e assist, sarà costretto a chiudere qui la sua stagione a causa di un brutto infortunio. Ne sentiranno la mancanza i Rossoneri, questo è certo, ma anche alla banda azzurra un giocatore così duttile sarebbe stato più che utile. Peccato.

Advertisements

Tiziano Saule

Nato a Trieste, Tiziano Saule è studente al liceo. Socievole ma non troppo espansivo, non ama essere al centro dell’ attenzione. Adora scrivere e adora lo sport. In particolare il calcio. Ama praticarlo, guardarlo e commentarlo, unendo così le sue due passioni. Per Tiziano lo sport racconta molto di più di quello che solitamente la gente coglie: porta con sé valori, passioni e rivalità che lo rendono eccezionale.