giovedì 15 novembre 2018

Convocabili, Top&flop dopo l’undicesima giornata

La Juve non si ferma, Inter e Napoli dilagano e provano a tenere il passo, così come Lazio e Milan, che a fatica restano vicine. Ma scopriamo i Top&flop dopo l’undicesima giornata di Serie A.

Top: ROBERTO GAGLIARDINI

Foto da ”Facebook.com”

Chi avrebbe scommesso su una sua doppietta contro il Genoa? In pochi, probabilmente; ma ancora una volta il calcio dimostra quanto possano essere strane ed imprevedibili le sue dinamiche, capaci di portare un giocatore che da tempo era finito ai margini della squadra, con un minutaggio molto ristretto e con un posto in Nazionale messo più che in discussione. Fortunatamente, però, Roberto Gagliardini si è fatto trovare pronto quando le cose sembravano non dover proprio girare, tornando con prepotenza alla ribalta, sfruttando con merito i progressi di un’Inter che ora più che mai sembra tornata competitiva. Davvero una bella notizia per i colori azzurri.

Flop: EMIL AUDERO

Foto da ”Facebook.com”

Una giornata storta può capitare a chiunque, anche al più grande campione, figuriamoci ad un giovane e promettente portiere in rampa di lancio ed alla prima stagione da titolare in Serie A. Peccato però che arrivi proprio in questo momento, dopo due mesi ad altissimo livello. Quattro goal subiti, specie per un estremo difensore, possono pesare, anche mentalmente, ma è proprio nelle difficoltà che un talento come il suo può crescere e migliorare.

About Tiziano Saule

Nato a Trieste, Tiziano Saule è studente al liceo. Socievole ma non troppo espansivo, non ama essere al centro dell’ attenzione. Adora scrivere e adora lo sport. In particolare il calcio. Ama praticarlo, guardarlo e commentarlo, unendo così le sue due passioni. Per Tiziano lo sport racconta molto di più di quello che solitamente la gente coglie: porta con sé valori, passioni e rivalità che lo rendono eccezionale.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto
Close