Convocabili, Top&flop dopo la 26esima giornata

Top: MATTIA CALDARA

Foto ”Sportmediaset.com”

Tra le tante conferme che questo campionato sta regalando (pensiamo alla Juventus, alla Roma, al Napoli…), non può non saltare all’attenzione una realtà davvero fantastica nata quasi dal nulla. Stiamo parlando dell’Atalanta dei miracoli, quella capace di lottare per l’Europa, capace di battere ben due volte il Napoli di Sarri, capace di creare una nuova generazione di fenomeni. Perchè dopo Kessie, Petagna, Gagliardini, uno dei giocatori del momento non può che essere Mattia Caldara, futuro difensore della Juventus, che nel frattempo ha deciso di incantare tutti. Non solo attraverso prestazioni importanti, ma anche con qualche gol. Vedere per credere ciò che è riuscito a combinare al San Paolo di Napoli. Non una, ma due reti che hanno permesso ai suoi di portare a casa una vittoria davvero prestigiosa ed importante a livello di classifica. Il futuro azzurro sta già crescendo nel presente.

Flop: DOMENICO BERARDI

Foto ”Sportmediaset.com”

Domenico Berardi non riesce a spiccare il volo in questo 2017. Il fantasista del Sassuolo, dopo parecchi mesi fuori a causa di un infortunio, dal momento del suo ritorno non è ancora riuscito a lasciare il segno sul campo, inanellando una serie di prestazioni piuttosto scolorite, condite anche dal pesante errore dal dischetto contro il Milan. Forse per lui, dopo diversi anni in Emilia, è davvero arrivato il momento di cambiare aria.

Tiziano Saule

Nato a Trieste, Tiziano Saule è studente al liceo. Socievole ma non troppo espansivo, non ama essere al centro dell’ attenzione. Adora scrivere e adora lo sport. In particolare il calcio. Ama praticarlo, guardarlo e commentarlo, unendo così le sue due passioni. Per Tiziano lo sport racconta molto di più di quello che solitamente la gente coglie: porta con sé valori, passioni e rivalità che lo rendono eccezionale.