Convocabili, Top&flop dopo la 36esima giornata

Convocabili, Top&flop dopo la 36esima giornata

7 maggio 2018 Non attivi Di Tiziano Saule

I giochi per lo scudetto sembrano chiusi, non quelli per l’Europa e per la salvezza, che renderanno le ultime due giornate incandescenti. Ma andiamo a scoprire i ”Top&flop” tra i convocabili azzurri dopo la 36esima giornata di Serie A.

Top: RICCARDO SAPONARA

Foto da ”Facebook.com”

E’ stato un inizio di 2018 tremendo per Firenze, per la Fiorentina, e per tutti i giocatori viola, colpiti da un pesante lutto. Tuttavia, il campo ha dato un  minimo motivo per ricominciare a sorridere. Infatti, i ragazzi di Pioli sono stati capaci di dare una violenta svolta all’andamento di questa disgraziata stagione, centrando un gran numero di vittorie. Tra i giocatori che maggiormente hanno beneficiato di questo buon momento di forma collettivo è sicuramente Riccardo Saponara, trequartista che da ormai qualche hanno aveva smarrito la fantasia. Dopo le deludenti annate al Milan, neppure l’inizio dell’avventura viola lo aveva rilanciato, ma ora è tutto diverso. Per lui, che le Nazionali minori le ha conosciute tutte, potrebbe a breve arrivare una chiamata da quella più prestigiosa.

Flop: DANIELE RUGANI

Foto da ”Facebook.com”

Il Daniele Rugani in versione ”bianconera” ha mostrato anche buone cose, ma non possiamo ancora dire di aver visto il cosiddetto salto di qualità.

No, perché da un giovane difensore che del predestinato aveva praticamente tutto è logico aspettarsi qualcosina in più, o almeno in un periodo di tempo più breve. I progressi ci sono, sono evidenti, ma a una difesa come quella della Juventus, orfana di Bonucci e ormai priva dei migliori Barzagli e Chiellini, serve un leader per il presente e soprattutto per il futuro. Potrà essere lui? Non al momento, probabilmente.