giovedì 15 novembre 2018

Coppa del Mondo di Sci Alpino: l’attesa è finita! Il resoconto dell’opening di Soelden nel segno di Federica Brignone.

Dopo i caldi mesi estivi vissuti con la voglia di vedere i nostri idoli all’opera, il circo bianco è tornato.

Il mondo dello sci ha vissuto un sabato pieno di emozioni grazie alle ragazze che, nonostante il maltempo e le non poche difficoltà di immolarsi sul tracciato dello slalom gigante disegnato lungo il pendio del Rettenbach, hanno dato spettacolo nella giornata d’apertura in terra austriaca.

L’arrivo della pista di gara

Meno bene è andata invece agli uomini, che nella mattinata di domenica hanno dovuto arrendersi al maltempo ed alla forte nevicata della notte, che li ha costretti a rimandare l’esordio sulla pista di Levi nello slalom speciale del 18 novembre e con esso l’attesissima sfida fra il gigante Hirscher ed il norvegese Kristoffersen.

Ma come è andato il sabato dello sci femminile? Lasciateci fare i tifosi per le successive poche righe perchè quello che ha fatto Federica Brignone, conquistando il secondo gradino del podio, ha un delizioso profumo di impresa. Il 10 agosto infatti una rovinosa caduta durante un allenamento di supergigante le aveva procurato problemi al ginocchio ed alla gamba destri, costringendola ad uno stop che per certo avrebbe compromesso la preparazione in vista dell’esordio di Soelden. Ma così non è stato, perchè nonostante i soli quindici di giorni con gli sci ai piedi Fede ha saputo letteralmente danzare sugli sci sfruttando al massimo la sua classe cristallina e dopo una prima manche chiusa in testa, ha dovuto infine arrendersi per soli 35 centesimi alla incontenibile Tessa Worley, conquistando un secondo posto che pesa quanto una vittoria. Terza la campionessa americana Mikaela Shiffrin con un distacco di 94 centesimi dalla francese vincitrice.

Federica Brignone tra la nebbia, in azione sul Rettenbach

Per quanto riguarda le restanti componenti della compagine azzurra, orfane di Sofia Goggia out causa infortunio che la terrà fuori dai giochi fino alla fine del 2018, prestazione negativa per un attesissima Marta Bassino che non ha portato a termine la prima manche. 22esima posizione per Irene Cartoni mentre Marsaglia e Pichler anch’esse non hanno concluso la prima manche. 43esima l’esordiente Lara della Mea, 47esima Roberta Midali, 55esima Sandulli, 62esima Bertani.

 

Appuntamento dunque al week end del 17-18 novembre in terra svedese, nella speranza che lo slalom speciale di Levi possa far iniziare la grande battaglia anche tra le fila degli uomini. Le figure più attese quali saranno? Nessun dubbio, Mikaela Shiffrin è pronta a superare se stessa fra i pali stretti e sembra non avere rivali in campo femminile, mentre fra gli uomini a tenere banco sarà l’eterna sfida fra Marcel Hirscher ed Henrik Kristoffersen, sfida che fino ad ora però ha visto solo ed esclusivamente dominare un solo Re.

 

di Simone Frigeri

 

 

About Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Trieste. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto
Close