#Coronavirus: possibile il rinvio di #Euro2020?

100 giorni esatti al fischio d’inizio dell’Europeo più grande della Storia ma l’emergenza legata al diffondersi del nuovo Coronavirus potrebbe far slittare le date

Theodore Theororidis, segretario generale dell’UEFA e braccio destro del Presidente Ceferin ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito al possibile rinvio di Euro2020, raccolte dal Corriere dello Sport:

“Abbiamo un piano nel caso le cose non migliorino in certe aree del prossimo Europeo, ma adesso non è il momento di speculare. Andiamo avanti caso per caso, in rapporto con Governi, Leghe e OMS. Abbiamo anche creato un coordinamento per armonizzare i calendari”.

Nessun rinvio, per ora anche se la situazione è in continua evoluzione e potrebbero essere disposte misure straordinarie che riguardano, prima di ogni cosa, alla salute delle persone: ecco quanto affermato qualche giorno fa dal numero uno della FIFA, Gianni Infantino:

Euro2020 a rischio? Non posso escludere nulla. Non dobbiamo farci prendere dal panico e personalmente non sono preoccupato, ma dobbiamo esaminare attentamente la situazione, evitando reazioni eccessive. Spero che non si vada nella direzione di un annullamento delle competizioni, sarebbe difficile emettere un divieto generale perché la situazione, in ciascun Paese, è diversa. La salute delle persone è molto più importante di qualsiasi partita di calcio. La salute è al di là di qualsiasi cosa ed è per questo che dobbiamo restare vigili e sperare che l’epidemia non si espanda”.

PRUDENZA – È la parola chiave per leggere queste situazioni senza precedenti. Intanto l’Italia si prepara alla trasferta di Wembley dove il 27 marzo incontrerà l’Inghilterra in amichevole.

C’è apprensione anche per Tokyo2020: l’accensione della fiaccola olimpica nella città giapponese per la cerimonia d’apertura è fissata per il prossimo 24 luglio ma questi sono i possibili scenari: Coronavirus: e Tokyo2020?

Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un'opportunità di crescita; gioca a calcio. @Bevilacqua_93