domenica 18 novembre 2018

Dominio norvegese in Val Gardena

Tra le donne vince Lara Gut la prima Combinata.

Finalmente gli uomini jet del circo bianco, arrivano in Val Gardena, molte le attese, ma la madrepatria non porta buonissime notizie per i nostri colori, con il solo Dominik Paris ad entrare nei primi dieci con un discreto ottavo posto. Fra le donne prima combinata stagionale con Francesca Marsaglia in gran forma,settima.

La nostra Marsaglia

La nostra Marsaglia

SuperG uomini:

La mitica pista Saslong è dominata dai vichinghi, il podio infatti è tutto norvegese: primo Svindal, secondo Jansrud a +0.34 e terzo Kilde a +0.44. Tracciato molto filante, quasi una libera, disegnato dall’allenatore dei norvegesi. C’è da fare una considerazione molto importante riguardo alle tracciature, dopo il gigantone anziché superG tracciato dall’austriaco a Beaver e la libera anzichè superG tracciato oggi dal norvegese, sembrano non esserci più misure, ma solo allenatori che tirano in maniera più che evidente l’acqua al proprio mulino per favorire i loro atleti nelle gare di superG. Per quanto riguarda gli azzurri, migliore Paris, ottavo a +1.25, che nonostante un tracciato che pareva essere a lui favorevole, non è riuscito a trovare il giusto equilibrio, dimostrandosi ancora ben lontano dalla sua forma ottimale. Per trovare gli altri azzurri, c’è da scorrere in giù la classifica: 21esimo Innerhofer, 23esimo Fill, 25esimo Marsaglia, 26esimo Casse, 42esimo Heel, 53esimo Buzzi mentre non porta a termine la gara De Aliprandini.

I tre vichinghi norvegesi

I tre vichinghi norvegesi

Combinata donne:

Prima combinata stagionale in campo femminile a Val d’Isere, vince l’elvetica Lara Gut davanti alla solita Vonn, grazie ad una grande prova in slalom speciale. Nella discesa libera, in testa Lindsey Vonn, che però al termine della gara deve arrendersi per un solo centesimo alla Gut, a causa di una prova non proprio perfetta nello slalom. Terza Michaela Kirchgasser a +0.91. Ottimo settimo posto per Francesca Marsaglia a +2.30. Ottava Elena Curtoni a parimerito con un’altra azzurra, Johanna Schnarf. 17esima Nicol Delago mentre Sofia Goggia non conclude la manche di slalom.

Il podio femminile di oggi

Il podio femminile di oggi

 

di Simone Frigeri

About Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Trieste. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto
Close