#Euro2016. Le pagelle degli Azzurri dopo Italia-Svezia

#Euro2016. Le pagelle degli Azzurri dopo Italia-Svezia

17 giugno 2016 Non attivi Di Tiziano Saule

Diamo i voti agli azzurri scesi in campo oggi contro una squadra tostissima battuta solamente nel finale grazie alla splendida combinazione Zaza-Eder.

Buffon, 6. Di stima, se non altro per la caratura del giocatore perchè rasenta il s.v. non subendo nemmeno un tiro nello specchio.

Barzagli, 6. Ordinaria amministrazione.

Bonucci, 6. In fase d’impostazione più impreciso di altre volte, i suoi lanci lunghi non fanno proseliti; solido dietro.

Chiellini, 6,5. Fa capire a ibra che non e più tempo di ligue 1. Fiato sul collo costantemente e in avvio di partita azzecca un ottimo anticipo sull’attaccante.

Florenzi, 5,5. Tanta generosità come di consueto ma nel secondo tempo cala vistosamente. (Sturaro s.v.)

Parolo, 5. Conte gli chiede maggiori inserimenti e lui non obbedisce.

De Rossi, 5,5. Un passo indietro rispetto al Belgio, motore ingolfato. (Thiago Motta, s.v.; forse meglio così).

Giaccherini, 6,5. Il più vivo e creativo davanti, una costante spina nel fianco per la difesa avversaria.

Candreva 5. Abulico e senza idee.

Pellè, 5. L’intesa con Eder non decolla e Conte lo cambia anzitempo. (Zaza, 6. Da quando entra, è sempre il primo ad attaccare il portatore di palla avversario).

Eder, 6. Non un buon primo tempo, amzi però grazie al match point che porta la sua firma, il carro di Eder oggi e stracolmo, tanto bistrattato si riscopre salvatore della patria.

Conte 7. Ci regala un traguardo che non centravamo da 16 anni. L’ultima volta che l’Italia si qualificò dopo solo le prime due partite agli ottavi di un grande torneo, fu l’europeo di Belgio-Olanda del 2000.

 

 

di Marco Vangeli