domenica 19 agosto 2018
#SELFIEMONDIALE
Scopri come vincere il pallone dei mondiali!!

Giulia Lapi:” Trasmetto l’amore per questo sport”

Giulia Lapi, ex sincronetta della Nazionale italiana, ha partecipato ad importanti eventi, tra cui Olimpiadi e Mondiali, conquistando anche due argenti e un bronzo europei. L’azzurra, ora mamma di due splendide bambine, ha anche collaborato come allenatrice e spera presto di poter tornare a dare il suo contributo per far crescere le giovani promesse. L’ex atleta, francese da parte di mamma, racconta la sua passione per questo sport.

 

Da qualche anno  ti sei ritirata dal nuoto sincronizzato. Quali sono le tue sensazioni? Cosa ti ha spinto a dire addio alle gare?

“Nel 2013 dopo i Mondiali di Barcellona mi sono ritirata. Sicuramente si è trattata di una scelta difficile, ma anche un passo che era giusto affrontare: sentivo di aver dato tutta me stessa in quegli ultimi anni e  l’esigenza di mettermi in gioco in altre situazioni e lasciare spazio alle giovani. 

 

 

Lavori nel mondo dell’acqua? Sei un’allenatrice ora?Come ti trovi in questa veste?

“Mi è stata data la possibilità di rimanere nel mondo del sincronizzato come allenatrice del gruppo sportivo delle Fiamme Oro e per me ha rappresentato un momento molto gratificante e impagabile. Ringrazio ancora le Fiamme Oro per avermi dato questa opportunità e la Nazionale per avermi fatto seguire nel 2015 le ragazze juniores durante le Olimpiadi giovanili di Baku. Dopo tanti anni da atleta poter trasmettere la mia esperienza e soprattutto il mio amore per questo sport è stata un’occasione veramente unica . Ora per esigenze personali, a maggio sono diventata mamma per la seconda volta, e lavorative ho dovuto abbandonare per un po’ il mondo acquatico, ma questa disciplina rimane la mia passione e sicuramente più avanti mi piacerebbe ritornare ad allenare”.

Quale ricordo è rimasto indelebile nella tua memoria?

“Di ricordi indelebili nella mia memoria ce ne sono tanti ed è difficile fare una classifica perché ognuno è unico e speciale.
Provo ancora un’emozione grandissima, se penso al mio primo Mondiale assoluto nel 2005 a Montreal o alle medaglie agli Europei nel doppio con Beatrice Adelizzi, la mia compagna storica con cui ho condiviso momenti indimenticabili, ore di duri allenamenti e anche tante gioie e soddisfazioni.  Proprio con lei ho partecipato alla mia prima Olimpiade nel 2008 a Pechino, il sogno per ogni atleta. Inoltre per noi ha costituito veramente un momento irripetibile, un susseguirsi di emozioni e un misto di paura e gioia. Ricordo ancora il Mondiale a Roma nel 2009:  sentire il calore degli amici e dei propri cari e gareggiare in casa è stato straordinario. Anche le olimpiadi di Londra nel 2012 per me hanno rappresentato un momento magico. Con Mariangela Perrupato abbiamo creato un rapporto di profondo rispetto, ma soprattutto di amicizia ed è bellissimo aver potuto condividere con una persona così speciale per me questa esperienza. Trattandosi dei miei secondi Giochi Olimpici, li ho affrontati con maggior consapevolezza e serenità e mi sono goduta ogni istante al massimo. Ho avuto la fortuna di avere la mia famiglia vicino a me e mi hanno dato una forza incredibile”.

Come vedi la squadra di nuoto sincronizzato verso i prossimi Campionati del mondo a Budapest?

“Le ragazze della Nazionale si stanno impegnando ogni giorno con fatica e con il massimo impegno, per questo sono sicura che grazie al duro lavoro e all’entusiasmo delle nuove giovani atlete raggiungeranno degli ottimi risultati. Sono allenate da un grandissimo staff che le segue passo passo e ci mette sempre anima, cuore e grande professionalità.
Colgo l’occasione per salutare e ringraziare tutto il team, che mi ha seguito per tutto il mio percorso sportivo: hanno rappresentato tutti quanti una seconda famiglia e rimarranno sempre nel mio cuore.
Non mi resta che fare un grosso in bocca al lupo alle ragazze per le prossime gare e ricordar loro di non smettere mai di seguire i propri sogni!”.

Un grazie particolare a Giulia per l’attesa, l’attenzione e le foto.

Intervista di Eleonora Baroni

About Eleonora Baroni

Eleonora Baroni nasce a Correggio il 13 agosto del 1995. Diplomata al Liceo Classico nel 2014, ora frequenta la Facoltà di Lingue e Culture per l'Editoria all’Università degli Studi di Verona. Ama quasi tutti gli sport e li segue con passione, fin da quando era una bambina. Segue con attenzione scherma, tuffi e nuoto.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto
Close