Gli azzurri sconfiggono anche la Finlandia e si avvicinano a Euro 2020.

Una vittoria fuori casa che porta a 6 la striscia positiva azzurra in altrettante partite. I 3 punti con la Grecia potranno garantire la qualificazione ai prossimi europei.

È un passo importante quello di questa sera per la nazionale di Roberto Mancini. Adesso sì, per davvero, sono pochissimi i centimetri che separano gli azzurri dalla qualificazione a Euro 2020. Un’altra importante vittoria, questa volta fuori casa. A deciderla, è Ciro Immobile. Il suo stacco di testa su cross di Chiesa si infila sotto la traversa e sblocca la situazione quando il risultato recitava ancora zero a zero e l’Italia spingeva per mettere la testa avanti.

Gli azzurri si fanno del male da soli quando Sensi perde il secondo pallone velenoso in pochi minuti e, nel tentativo di recuperarlo, stende l’avversario in area di rigore.

Donnarumma non può nulla sul tiro di Pukki.

Dalla panchina Roberto Mancini non nasconde il proprio malcontento per il pareggio subito e dà la scossa chiedendo ai suoi di riagguantarla. La reazione è ottima: l’Italia torna a macinare metri palla al piede e si avvicina pericolosamente all’area di rigore avversaria in diverse circostanze.

La svolta avviene quando Barella calcia un pallone verso lo specchio della porta avversaria e va a colpire il braccio del povero Vaisanen che porta l’arbitro a fischiare il secondo penalty della gara. Tralasciando i diversi dubbi sulla decisione del fischietto (palesati peraltro anche dal commissario tecnico finlandese al termine del match nei confronti di Mancini), Jorginho è chirurgico e insacca alla sinistra del portiere.

Dì lì alla fine della gara gli azzurri controllano il pallino del gioco e portano a casa i tre punti.

La Nazionale continua pertanto il proprio percorso a punteggio pieno dritto verso Euro 2020. Una vittoria contro la Grecia nella prossima sfida garantirà con alte probabilità il passaggio del turno.

FINLANDIA (5-4-1): Hradecky; Granlund (82′ Soiri), Toivio, Arajuuri, Vaisanen, Uronen; Lod, Schuller (87′ Kauko), Kamara, Lappalainen (75′ Tuominen); Pukki.

ITALIA (4-3-3): G. Donnarumma; Izzo, Bonucci, Acerbi, Emerson Palmieri (8′ Florenzi); Barella, Jorginho, Sensi; Pellegrini, Immobile (76′ Belotti), Chiesa (73′ Bernardeschi).

Marcatori: 59′ Immobile (I), 72′ Pukki rig. (F), 79′ Jorginho rig. (I).

Ammoniti: 21′ Jorginho (I), 57′ Schuller (F), 74′ Arajuuri (F), 78′ Vaisanen (F), 90+3′ Kauko (F).

Espulsi: /

CLASSIFICA:

Italia 18, Finlandia 12, Armenia 9, Bosnia 7, Grecia 5, Liechtenstein 1.

Nicola Zovi

Nicola Zovi nasce a Belluno il 6 luglio 1993. Consegue nel 2012 la maturità classica. Nel 2018 è Dottore in Giurisprudenza. Ama infinitamente lo sport, raccontarlo e farselo raccontare. Giocatore di basket, nutre una passione sconfinata per il calcio.