Italia, 2-0 alla Finlandia. Le pagelle

 

Donnarumma: 6

Spettatore non pagante, autore di due interventi che meritano la sufficienza. Verranno avversari più tosti.

Piccini: 6,5

Compito di terzino destro alla prima da titolare svolto con maestria. Non a caso il Valencia gli ha fissato una clausola di 80 milioni.

Bonucci: 5,5
Qualche imprecisione sull’incursione di Pukki che poteva costare l’imbattibilità di Donnarumma. Normale amministrazione per il resto.

Chiellini: 6
Gestisce alla sua maniera, nessun pericolo: a lui il compito difficilissimo di amministrare tutta la rosa da Capitano.

Biraghi: 6
Bel giocatore. Nel secondo tempo offre anche spunti offensivi che non dispiacciono.

Verratti: 6,5
Contenimento is the way. Forse poteva permettersi qualche velleità in più visto l’avversario permissivo.

Jorginho: 5
Il peggiore, specchio del momento no del Chelsea. Rimpiazzo già contro il Liechtenstein?

Barella: 7

Primo gol in azzurro: una liberazione. Scandisce il nuovo ciclo instaurato da Mancini e sembra funzionare. Gli occhi di Inter e Juventus potrebbero non essere gli unici.

Bernardeschi: 6
Il 10. Tanta corsa e lavoro senza palla che premiano l’ala della Juventus. Forse arrugginito in alcuni tratti ma la Nazionale del presente e futuro non può prescinderne.

Immobile: 6,5

È l’attaccante più maturo e costruisce il raddoppio di Keane. Ma serviranno anche i suoi goal, come il pane.

Kean: 8
Calmi. Vietati i paragoni con Balotelli ma è vietato anche non pensare di aver trovato un gioiello per il futuro. Primo gol al debutto e con la maglia da titolare. Sognare si può, evidenti i margini di miglioramento.

Quagliarella: 6,5
Sacrificio, fiato e cuore. Quagliarella torna a Udine con una meglia insperata. Traversa avara che gli nega la gioia del gol. Esempio.

Mancini: 7

Ha creduto nei giovani e la scommessa per ora è vinta. Bravo, vincente, carismatico ed esperto. L’Italia con Mancini è tornata ad ambire, sognare, coinvolgere. Non potevamo trovare CT migliore.

Archiviato il primo successo, è già ora di pensare alla sfida di Parma contro il Liechtenstein, martedì 26 alle 20:45.

TABELLINO

Italia (4-3-3): Donnarumma; Piccini, Bonucci, Chiellini, Biraghi (46′ st Spinazzola); Barella, Jorginho, Verratti (40′ st Zaniolo); Bernardeschi, Immobile (35′ st Quagliarella), Kean.

A disp.: Sirigu, Cragno, Mancini, Romagnoli, Sensi, Grifo, Politano, Pavoletti, El Shaarawy. All.: Mancini

Finlandia (5-3-2): Hradecky; Granlund (45′ st Soiri), Toivio, Arajuuri, S. Vaisanen, Pirinen; Lod, Kamara, Sparv; Pukki (38′ st Karjalainen), Hamalainen (25′ st Lappalainen).

A disp.: Jaakkola, Joronen, Lam, Jensen, Kauko, Schuller, Taylor, L. Vaisanen, Sumusalo. All.: Kanerva

Arbitro: Grinfeld (Israele)

Marcatori: 7′ Barella (I), 29′ st Kean (I)

Ammoniti: Sparv (F); Verratti, Piccini (I)

Espulsi: –

Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un'opportunità di crescita; gioca a calcio. @Bevilacqua_93